Tempo di lettura: 2 minuti

"teatriTuristi di tutto il modo, visitando Mosca e San Pietroburgo ambiscono ad assistere ad uno spettacolo negli splendidi teatri della cultura russa, Columbia Turismo -tour operator- offre la possibilità ai turisti di visitare il Bolshoij di Mosca e il Marinskij di San Pietroburgo.

Il Bolshoij dopo 6 anni di lavori di ristrutturazione e restauro, di recente, ha riaperto al pubblico con la sua attività  operistica e di balletti. La danza è regina come dimostrato dai prezzi praticati al botteghino infatti uno spettacoli di balletto costa più di un’opera lirica. Questo teatro inaugurato nel 1776 fu per ben 3 volte distrutto da un incendio nel 1805, nel 1812 durante l’invasione di Napoleone quando era ancora in legno e si chiamava Petrovskij. Quindi nel 1856 anno in cui venne danneggiato il superbo edificio in stile italiano dell’architetto Osif Bove inaugurato nel 1825.
Oggi il teatro gioiello tornato al suo primario splendore è una città nella città dove lavorano 2.700 persone delle quali ben 700 sono impegnate nel retropalco (artigiani, sarti, creatrici di scarpe da ballo e quant’altro necessita agli spettacoli). Splendente e ritrovate le proporzioni e le caratteristiche d’origine è tornato a vivere nella “sua nuova, vecchia casa” per farlo tornare ad essere il “bolshoij” che in lingua russa vuol dire grande.

Il Marinskij teatro simbolo della città si San Pietroburgo che da sempre è rivale del Bolshoij di Mosca. La rivalità la si misura anche attraverso le due scuole di pensiero nell’interpretare la fisicità dei propri ballerini espressione d’eccellenza delle due teorie interpretative. Entrambi questi gioielli sono stati eretti a simboli dell’arte e templi di magnificenza famosi in tutto il mondo dove, pochi altri teatri possono gareggiare.
Il teatro di San Pietroburgo deve il suo nome alla principessa Maria Aleksandrovna, in passato ha avuto, in epoca sovietica, il nome di Teatro Kirov (in onore di Sergej Kirov) e come Accademia Nazionale dell’Opera e del Balletto e, in  epoca zarista, Teatro Imperiale di San Pietroburgo. In tale teatro vengono rappresentate opere e balletti, in particolare dalla compagnia di ballo Mariinsky Ballet.
Il teatro è stato progettato da Alberto Cavos e vede la propri luce nel 1859, in sostituzione del teatro Circus, che sorgeva nello stesso luogo, distrutto da un incendio. Nel 1885, il teatro ha subito un intervento, per mano dell’architetto Viktor Schröter, volto ad ampliare gli spazi esistenti: è stata costruita una nuova ala, a tre piani, adibita a laboratori teatrali e a sale prove, nonché per ospitare l’impianto elettrico e di riscaldamento. Nove anni dopo, sempre sotto la direzione di Viktor Schröter, sono state sostituite le travi in legno e ampliato il foyer e le ali laterali.

Info: www.columbiaturismo.it