Tempo di lettura: 2 minuti

"BarbaraE’ il colpo finale quello che ieri sera mi è stato inflitto durante lo spettacolo che ha chiuso la rassegna di teatro al femminile organizzato al teatro Forma di Bari ad opera di Gabriele Zanini. Ma vengo subito a dirvi. Da un paio di settimane sto seguendo il corso pre-matrimoniale in quanto anche il sottoscritto, a quarantanni suonati ha pensato di mettere la "testa a posto" e di formare una famiglia, ed ecco il punto. Dopo due ore di chiacchere in canonica sull’importanza dell’amore, dei figli, della famiglia, la comica partenopea mi ha riportato con i piedi per terra analizzando punto dopo punto la vera e cruda realtà ed il vero rapporto tra uomo e donna.

Infatti, l’attrice ieri sera in un teatro sold out non ha risparmiato nessuno ed ha analizzato punto dopo punto il "quotidiano" dell’uomo, distruggendoci simpaticamente e mettendoci con le spalle al muro senza che potessimo ribattere. Ed è proprio lei, la vulcanica Barbara Foria che ci ha posto alcuni dei dilemmi esistenziali dell’essere umano e dove fior fiore di scrittori blasonati hanno fatto la loro fortuna. E’ meglio un amante affettuoso o un marito distratto e traditore? Si soffre meno nell’inutile speranza di essere sposate o nella certezza di essere tradite? Perché un amante premuroso si può trasformare in un marito distratto?

Ci sono gli eterni dubbi delle donne sul rapporto con gli uomini e la Foria in quasi due ore di spettacolo non ha risparmiato proprio nessuno ed ha coinvolto simpaticamente il pubblico il sala come "Il principe", Ugo, Ilaria, Gianni cucendo su di loro le proprie attitudini di sadomaso, di zitella, di figlio di mammina e di "nobile" senza sottrarsi al "suo" rapporto con (Adamo-Gianfilippo) e la donna tipo dei nostri giorni (Eva-Barbara), ovviamente dal punto di vista di “lei”.

Lo spettacolo scritto dalla stessa Barbara Foria e da Luciano Recano è un vero e proprio “one woman show”, ma anche un’acuta riflessione sulla condizione femminile proposti dalla comica Barbara Foria, la rassegna comica al teatro Forma non poteva chiudersi in modo migliore ora speriamo bene per la prossima stagione….