Tempo di lettura: 2 minuti

"latinamente"Martedì 31 gennaio a Bari presso la galleria BLUorG di Giuseppe Bellini è stata inaugurata la mostra di arte contemporanea Latinamente curata da Dores Sacquegna, direttrice della Primo Piano LivinGallery di Lecce. Si tratta di un progetto itinerante, che vede riuniti per la prima volta otto interessanti artisti quasi tutti latinoamericani.
«Gli otto artisti – spiega Bellini – determinano con la loro poetica tutte le contraddizioni e la ricchezza della loro terra, un rilevante scambio che porta alla luce un sud del mondo animato da fermenti e contrasti, ma che vuole confrontarsi col mercato dell’arte internazionale
Otto approcci decisamente diversi tra loro. Si va dagli psichedelici graffiti luminosi dell’americano Robert Scott Alger (Louisiana, 1972), fotografie rielaborate con allucinati flussi energetici che avvolgono le immobili figure umane, alla pulp action novel art di Bartus Bartolomes (Venezuela, 1958).
E poi gli ologrammi cyberpunk di José Coronel (Venezuela, 1957), seducenti visioni postumane in bilico tra figurazione e astrazione, le donnacce dissolute e deformate di Astolfo Funes (Venezuela, 1973), le folle oceaniche e osannanti di Ricardo B. Sanchez (Venezuela, 1953), le installazioni rosso sangue di Domingo De Lucia (Venezuela, 1950), i segnalibri poetici di Carlo Marcello Conti (Belluno, 1941) e gli autoritratti osé e postmoderni di Paola Puppio Zingg (Venezuela, 1978), unica donna del gruppo.
«Seguendo la poetica della lontananza dell’infinito – dice Dores Saquegna – con Latinamente si avverte il bisogno di una vicinanza, di un’unione che superi le frontiere e divenga momento d’incontro e dialogo tra culture. Nel segno della fratellanza, della community. Latinamente, è come dire “alla maniera dei latini”. Così, come si fa tra amici. Perché l’arte non separa, ma unisce. Soprattutto quando è differente.»
Un’operazione davvero molto interessante, nata dalla sinergia di due importanti centri culturali di Bari e Lecce, che mostra come fare rete possa essere una soluzione valida per promuovere l’arte contemporanea in un momento economico così difficile.

Dal 31 gennaio al 26 febbraio 2012
Orari: dal lun al sab, 10.00 – 13.30  /  17.00 – 20.30
Associazione Culturale Galleria BLUorG
via M. Celentano 92/94   70121  Bari.
Infotel: 080/9904379
Infoweb:  www.bluorg.it; info@bluorg.it;  bluorg@fastwebnet.it