Tempo di lettura: 5 minuti

"Il
“Il Girone de….” e il pensiero corre subito a reminiscenze dantesche, e di dantesco la rassegna proposta dall’associazione “Elementi” ha quella circolarità che arriva dritta al centro della terra, ne recupera l’essenza, ne tira fuori le origini, confermando un radicamento al territorio interpretato in maniera inedita.
Nulla di pretenzioso, piuttosto un progetto che si affaccia in Puglia con un obiettivo preciso: creare una rete sinergica, una base solida, non solo per promuovere il Salento, ma per creare sviluppo dello stesso, partendo da chi questi luoghi li vive ogni giorno, anche tra mille difficoltà, li sente sulla pelle, senza smettere di guardare lontano e di immaginare nuovi orizzonti artistici ed imprenditoriali.
Massimo quattro appuntamenti a settimana, snocciolati tra Lecce e la provincia, per incontrarsi, ascoltare, informarsi, guardare, confrontarsi con diverse forme creative e culturali, con realtà di nicchia e brand affermati ed insieme scoprire sapori di produzione locale, che partendo dalla tradizione, esplorano nuove frontiere del gusto. In calendario tavole rotonde, reading, mostre, laboratori d’arte e per bambini, concorsi e incontri psicoludici: la regola è solo una, coinvolgere il pubblico e non farlo sentire solo spettatore.
Con “Elementi” per “Il Girone de…” due compagni di viaggio d’eccezione: l’associazione siciliana Meter fondata da don Fortunato Di Noto, concretamente attiva dal 1989 contro la pedofilia e la pedopornografia e “Div.ergo”, un laboratorio-bottega artigianale creativo, che si cimenta nella produzione e nella vendita di piccoli oggetti di artigianato realizzati da 15 giovani e adulti con diversa abilità mentale offrendo loro un’esperienza lavorativa in compagnia di coetanei normodotati.
Si è partiti il 4 dicembre da Lecce quando ad Avio Selezione “Il girone de….” diventa “Matrimonio d’amore”, un dopocena goloso, sodalizio tra cioccolato e grappa per risvegliare i cinque sensi e lasciarsi catturare dalle forme inedite d’arte live, tutte rigorosamente targate cacao, del pittore Oronzo De Matteis e del tautatore Enea Polimeno.
Il 7 dicembre, ancora una tappa leccese al ristobar Anke. Tra sapori della tavola e psicologia si gioca a “Di che gusto sei?” per imparare a conoscere meglio la propria personalità, con il terapeuta Josè Ramon Fiore.
Il 14 dicembre, spazio all’informazione. La responsabile locale Meter, Simona Quarta terrà alle 18.30 al castello Carlo V di Lecce un seminario dal titolo “Meter: Figli nella rete”.
Il 16 dicembre è “Nettare degli dei” alla Masseria Melcarne a Surbo con il terapeuta Josè Ramon Fiore. Una cena con menu che associa un tipo di cibo ad ogni divinità per scoprire in che misura i modelli archetipici dell’antica mitologia sono ancora validi per comprendere se stessi e guidare il proprio comportamento.

Di che gusto sei?’, ovvero alla scoperta della percezione di sè in un percorso che dalla gastronomia arriva dritto dritto alla nostra personalità.
Dolce, salato, piccante, morbido, croccante, vellutato, deciso, tenero, succulento, caramelloso, eccitante, amaro, stuzzicante e la lista potrebbe continuare all’infinito, perché tanti sono i sapori che possono raccontare che tipi siamo, ma la scelta sarà fatta all’inizio della serata quando ogni ospite, all’ingresso della struttura che ospita lo psicogioco, dovrà prendere il badge riportante un ‘carattere’, riferito ad un alimento, dal quale si sente rappresentato. In sala si assaggiano cibi che raccontano gli aggettivi prescelti, ma è vero che l’aggettivo nel quale ci riconosciamo ci appartiene davvero?
"IlA scoprirlo sarà Josè Ramon Fiore, medico psicoterapeuta formatosi a Milano all’istituto Riza di Raffaele Morelli e docente universitario a Foggia di malattie infettive, psicologia generale, psicologia clinica e medicina psicosomatica, che giocando con i partecipanti ne svelerà le ragioni della scelta tracciandone un profilo psicologico, perché se è vero che spesso le preferenze personali del gusto sono spesso legate agli stati d’animo del momento, l’impulso di preferire un sapore ad un altro è sempre in qualche modo un indicatore di personalità o di necessità emotive.
Durante la serata sarà possibile anche cenare.  L’appuntamento è  stasera, mercoledì 7 dicembre alle 20,30 al Ristobar Anke Via Lecce.

E’ possibile insegnare ai propri figli a navigare senza correre rischi pur non privandoli della possibilità di confrontarsi con la tecnologia di Internet? Per l’associazione Meter di don Fortunato Di Noto sì.
Bastano poche regole precise a cui attenersi, mettendo da parte la cultura del proibizionismo e attivando, invece quella della sana prevenzione, senza metter la testa sotto la sabbia, ma semplicemente osservando i propri figli e cercando di cogliere ed interpretare i segnali che in qualche modo possono indicare un malessere.
Il 14 dicembre a Castello Carlo V di Lecce Simona Quarta, referente locale di Meter terrà un ‘classico’ incontro divulgativo aperto a chi è genitore o lavora per l’infanzia. Una sorta di vademecum per spiegare alla platea l’importanza di mettersi in ascolto dei minori per comunicare con loro evitando che si ritrovino in situazioni pericolose senza esserne consapevoli.

Un gioco psicologico per scoprirsi, ma anche per riconoscersi al di là delle sovrastrutture. Una serata tra il serio e il faceto che unisce cultura classica, psicologia ed enogastronomia in un modo originale che sembra a primo acchito un mero passatempo, ma che diventa una sfida verso la conoscenza del sé profondo senza utilizzarne le tecniche diagnostiche psicoterapiche comuni.
"Le dee dentro la donna" e "Gli dei dentro l’uomo", rifacendosi agli studi ed ai libri di Bolèn per scoprire in che misura i modelli archetipici delle divinità dell’antica mitologia greca sono tuttora validi per comprendere se stessi e guidare il proprio comportamento.
Una sorta di tipi psicologici, con identificazione in una divinità; sono figure archetipiche molto potenti, che la gente riconosce facilmente.
Si cena con un menu che associa un tipo di cibo o bevanda ad ogni divinità, le portate sono preparate con alimenti che contengono in sè forti richiami archetipici, per tre ore interessanti, il cui take home message è ‘ho tanti dei dentro di me che posso attivare’; forse anche mangiando una mela.
A condurre “Nettare degli dei” non è uno showman, ma il medico psicoterapeuta Josè Ramon Fiore, chè giocare va bene, ma quando si tratta di interiorità è giusto farlo con chi maneggia per mestiere e con cognizione di causa le tecniche psicologiche. Se a questo si abbinano prodotti tipici locali da provare andando oltre il mero piacere del palato, la serata è servita, ed aggiunge ad un’esperienza particolare sapori nuovi e/o quotidiani gustati andando oltre gli stereotipi.

L’appuntamento è il 16 dicembre alle 20.30 nella Masseria Melcarne nell’Agro di Surbo (Lecce).
Info :www.masseriamelcarne.it

L’associazione “Meter” nasce ad Avola (Siracusa) nel 1989, per volontà del suo fondatore, don Fortunato Di Noto.
La parola “meter” è di origine greca e significa accoglienza, grembo e, in senso più lato, protezione e accompagnamento”. Meter vuole essere un significativo punto di riferimento in Italia e all’estero, per educare alla cultura dell’infanzia, per prevenire abusi e maltrattamenti.
Le finalità dell’associazione sono molteplici e tutte incentrate sulla tutela del minore: migliorare la qualità della vita dei bambini e degli adolescenti per assicurare un sano sviluppo psico-fisico; svolgere iniziative contro lo sfruttamento sessuale sui minori e contro ogni altra forma di aggressione fisica, culturale, psicologica e spirituale perpetrata sugli stessi; promuovere e sostenere iniziative che agevolino proposte educative della famiglia rivolte alla tutela dei bambini, attraverso un percorso di formazione nel rispetto della loro identità culturale, politica, sociale e religiosa; sostenere e realizzare progetti di leggi volti a migliorare la normativa esistente a tutela dei diritti inviolabili della persona umana e, conseguentemente, del fanciullo; svolgere attività di monitoraggio e di denuncia di siti a contenuto pedofilo.

Info: www.associazionemeter.org