Tempo di lettura: 2 minuti

"Michelle
A gennaio tornerà a Striscia la notizia. Ma intanto Michelle Hunziker si gode il successo in teatro con «Mi scappa da ridere», spettacolo col quale è tornata sul palcoscenico dopo «Tutti assieme appassionatamente» e «Cabaret». L’appuntamento con la popolare show girl è per oggi, martedì 29 novembre, al Nuovo Teatro Verdi di Brindisi, per la stagione confezionata dal direttore artistico Italo Nunziata (sipario ore 20.30, info botteghino 0831.56.25.54).

Un mix di musical e varietà teatrale, «Mi scappa da ridere» è uno spettacolo autoironico più che autobiografico, come spiega l’artista, per la quale la risata è un modo di comunicare, un aspetto della propria personalità. Insomma, una sorta di mantra, una formuletta magica, il bibidi bobidi bu col quale spalancare le porte del proprio carattere. Partendo da queste considerazioni il regista Giampiero Solari, insieme con gli autori Riccardo Cassini, Francesco Freyrie e Pietro Guerrera, ha tagliato su misura per lei questo woman show, il primo spettacolo originale col quale Michelle ha deciso di confrontarsi per raccontare la sua favola, tra ricordi d’infanzia, passioni e principi azzurri, per una galleria di immagini che nella fantasia fondono realtà, invenzione e immaginazione, sempre all’insegna del buon umore.

Del resto, se esistesse davvero una favola con protagonista Michelle Hunziker, la storia comincerebbe sicuramente con una risata. Ma una risata così cristallina da scatenare un uragano, una tempesta in grado di trasportare lo spettatore in un mondo inatteso di aneddoti sorprendenti, nel quale nessuno si prende sul serio, soprattutto lei, Michelle, che, attorniata da un corpo di ballo di sei ragazze, danza, canta e intrattiene, in versione intimista, sexy e umoristica, incalzata dal Mago Forest, presente in versione virtuale nei panni di un dissacratore a metà strada tra il Grillo Parlante di Pinocchio e lo Stregagatto di Alice nel paese delle meraviglie.

La stagione della Fondazione Nuovo Teatro Verdi proseguirà a dicembre con la prosa e la danza. Il 6 e il 7 Paolo Bonacelli, mostro sacro della scena teatrale italiana, sarà il protagonista della commedia «L’uomo prudente», unico giallo di Carlo Goldoni, mentre il 15 dicembre l’Aterballetto, la principale compagnia di danza contemporanea italiana, presenterà lo spettacolo «Certi notti» con cui nel 2009 ha festeggiato i 30 anni di attività mettendo in danza la musica, le parole e i versi di Luciano Ligabue. Autore della coreografia è Mauro Bigonzetti, uno dei più quotati artisti sulla scena internazionale, che prende a prestito l’universo musicale e poetico del rocker emiliano per un viaggio onirico tra il buio e la luce, tra il cielo e la terra, lungo i confini della notte, forza rigeneratrice che si alimenta al suono del rock e col sudore e l’energia degli artisti in scena.