Tempo di lettura: 1 minuto

"sciamano"Una serie di installazioni multimediali di sicuro effetto vi accoglieranno all’ingresso. Un mega schermo che tarsmette ininterrottamente immagini di un mondo selvaggio che non conosciamo bene.
"Un uomo danza voorticosamente, abbandonando il mondo visibile per inoltrarsi solitario in un universo parallelo…."
E’ questo lo sciamano, eroe del limite e della performance portata all’esasperazione totale.
Mostra ideata da Romano Mastromattei, sciamanologo ed antropologo italiano scomparso nel 2010.
Si respira aria di religiosità arcaica, invisibile ma esistente.
Atmosfera quasi mistica, evidenziata ulteriormente dalle suggestive immagini che vengono riprodotte sullo schermo gigante collocato in quello spazio che in passato doveva essere l’altare della chiesa.

La mostra trasuda di concettualità e se si analizzano i nomi degli artisti che ne prendono parte si capisce bene: Rodolfo Lama, Maziar Mokhtari, Renato Ranaldi, Martino Nicoletti e Bizhan Bassiri. A corredo della mostra documenti ed immagini di Beuys, Boetti, Klein.
Il tutto con un sottofondo di musiche nepalesi e siberiane. Una mostra da non perdere.
Rimarrà aperta al pubblico fino al 1 dicembre 2011.
Sponsorizzata dal Comune di Roma come progetto per Roma Capitale e da UNICREDIT e Monte Paschi Siena.
La sala Santa Rita si trova esattamente in via Montanara
Apertura: dal lunedi al venerdi ore 10/18
Ingresso libero