Tempo di lettura: 3 minuti

"Al-Dimaniyat-1"A 40 minuti di distanza in barca dal porto turistico di Bandar Al Rawdha, nel cuore di Muscat, costeggiando il maestoso Al Bustan Palace Hotel e lo Shangri-La Barr Al Jissah resort & Spa, si può vivere la magia di un incontro con i delfini. La splendida vista delle montagne rocciose che si innalzano dal mare e le caratteristiche casette omanite tinte di bianco che si affacciano sull’acqua contornano le acque della riserva marina di Bandar Al Khayran, la cui barriera corallina ospita una grande varietà di organismi marini e pesci. In questa cornice magica oltre 22 spot aspettano solo di essere scoperti dagli appassionati di diving.

La Riserva Naturale delle Isole di Al Dimaniyat è situata invece poco più a nord della capitale, a Wilayat Al Seeb, nel Governatorato di Muscat, e a Wilayat Barka, nella regione di Batinah. La sua superficie totale è di 100 ettari e si compone di nove isole. La riserva ospita spiagge incontaminate di sabbia bianchissima, accarezzate da acque cristalline. Patrimonio naturale di elevato valore, ricco di specie coralline, alcune delle quali rarissime, l’isola ospita una colonia di tartarughe marine che si riproducono e vivono qui, oltre a tante specie di uccelli migratori. Dal 1984 l’importanza della riserva è riconosciuta a livello mondiale, essendo compresa nell’area della Grande Barriera Corallina, considerata una riserva naturale internazionale e una delle più spettacolari location per il diving di tutto l’Oman. I nomi delle isole evocano scenari intrisi di fascino: Kharabah, Huyoot, Al Jabal, Al Kabeer, Um As Sakan (formata da due isolotti, Um Al Liwahah e Al Jawn che, a sua volta, si compone di tre piccole isole). L´arcipelago ospita "Al-Dimaniyat"una ventina siti diving particolarmente apprezzati, perfetti anche per lo snorkeling.

L’isola di Masirah

Scendendo verso sud est, nella regione di A’Sharqiyah, l’isola di Masirah è circondata dalle isole minori Marsis, Cha’nazi e Kalban. Marsis è l’isola più vasta dell’Oman e costituisce un vero e proprio approdo in mezzo al mare. L’isola ha una grande diversità naturale, un ricco ecosistema marino e una vasta estensione di campi coltivabili, ai quali si alternano le cime montuose di Ras Halif, Rasia e Al lja, e gode di un clima mite durante tutto l’anno. L’armonia della natura, la calma delle sue acque e la brezza leggera che accarezza le sue sponde sono i principali elementi che rapiscono i visitatori, attirati qui da due grandi passioni legate al mare: il diving e il kitesurf. Da non dimenticare, inoltre, che spiagge dell’isola offrono l’opportunità unica di ammirare la colonia di tartarughe marine che depongono le loro uova. L’isola è raggiungibile in aereo e con un traghetto, l’Alyasoora, che effettua un servizio costante di trasporto persone e merci.

Il Dhofar, le sue spiagge e le sue isole

All’estremo sud dell’Oman, il Dhofar ha splendide spiagge, grotte da esplorare e lagune popolate da fenicotteri. Le spiagge più conosciute sono Al Maghsayl, Raysut, Al Hafah, le coste di Wilayat Taqah, Mirbat e Sha, rinomate per la purezza delle sabbie e la bellezza degli scenari offerti dalle pareti di roccia. Numerose le lagune da scoprire, come Sawli, Al Baleed, Ad Dahareez, Atheeb e Salalah, dove si possono osservare vaste colonie di fenicotteri.

Gli amanti del diving e dello sci d’acqua non rimarranno delusi dal Dhofar, considerata una delle migliori zone dell’Oman per gli sport d’acqua. La costa è facilmente raggiungibile e percorribile grazie alle strade asfaltate e agli ottimi servizi di trasporto. Al largo del Dhofar, un gruppo di 5 isole si estende da ovest ad est: As Sawdah Island, Bird Island, Al Hasikiyah, Al Qibliyah, Al Hallaniyah sono i nomi delle isole che lo compongono. L’arcipelago Al-Halaneyat i trova a 50 km dalla costa e a 220 km da Salalah, la capitale del Dhofar e ospita importanti siti storici. Tutte le isole sono caratterizzate da una grande diversità di altitudini e varietà di paesaggi: deserti, altipiani, piccoli isolotti, sorgenti, baie e promontori, che ospitano tartarughe e diverse specie di uccelli migratori.

Oman, Riviera d’Oriente dell’Oceano Indiano

Il Sultanato dell’Oman è situato nella porzione sud-orientale della penisola arabica, ha un’estensione maggiore dell’Italia con i suoi 309.500 km², ma conta solo 2.400.000 abitanti. Punto di incontro tra l’Asia e l’Africa, l’Oman è un paese montuoso circondato da deserti che si affaccia sull’Oceano Indiano e sul Mar d’Arabia. Caratterizzato da 3 climi diversi, temperato, desertico e tropicale, l’Oman si raggiunge in meno di 8 ore di volo dall’Italia ed è a sole +3 ore di fuso (+2 quando in Italia vige l´ora legale). Il Sultanato ospita diversi siti annoverati fra i patrimoni UNESCO e interessanti percorsi culturali come la via dell´incenso, nella regione del Dhofar. La capitale Muscat, i wadi e le montagne, il deserto e i piccoli villaggi sono i guardiani di antiche tradizioni e dell’affascinante natura del Sultanato. Quasi fosse sospeso nel tempo, l’Oman si apre al moderno con un occhio di riguardo per le proprie tradizioni: sport estremi e animati souq, lussuosi resort con moderne SPA convivono con antiche fortezze e tradizioni dei popoli del deserto.

Info: www.omantourisme.com