Tempo di lettura: 2 minuti

"mina"La grande interprete mobilita il web per rintracciare l’autore di un brano da lei selezionato e che fara’ parte del suo nuovo album di inediti in uscita a Novembre: vogliamo aiutarla?

Sherlock Holmes di casa nostra, scaenatevi! Si intitola Questa canzone ed è già possibile ascoltarlo nel video realizzato con le immagini dovute all’estro creativo di Mauro Balletti. Mina la interpreta in maniera delicata e coinvolgente, con grande intensità e già sta conquistando i suoi innumerevoli estimatori. Facile prevedere il successo.

Il demo del brano a lei inviato, come si legge nel nuovo sito, non era accompagnato da alcuna informazione che potesse far risalire all’autore: non un nome, non un recapito. Dimenticati all’origine oppure persi tra il copioso materiale che l’artista abitualmente riceve. Adesso si cerca il modo affinché chi lo ha composto, attualmente sconosciuto, possa riconoscerlo e farsi vivo.

Massimiliano Pani afferma: "Abbiamo la scarpetta, ora dobbiamo trovare Cenerentola. Il pezzo non è depositato alla Siae, abbiamo controllato e l’unico modo per scoprire l’autore è Internet. Speriamo che lui se ne accorga e ci mandi il provino originale registrato su un’audiocassetta, forse anche un paio di anni fa. La voce non ha alcun accento regionale, né si riesce a risalire all’età. Mia mamma fa le cose più belle che le arrivano. Parliamo di tremila “demo” l’anno, ognuno contiene 4-5 canzoni. Noi le archiviamo in ordine cronologico. Il pezzo, di cui si è perso l’indirizzo, sarà rimasto in una catasta".

"Mina ha lanciato – prosegue Pani – tantissimi cantautori. Battisti, i primi pezzi li ha dati a lei. Così come De Andrè. Disse che se Marinella non l’avesse cantata Mina, non avrebbe mai preso coraggio e sarebbe diventato un cattivo avvocato". Per trovare il titolare del brano è stato creato una sezione ad hoc sul sito(www.minamazzini.com/questacanzone) e sulla pagina ufficiale di Facebook verranno date tempestivamente le indicazioni su chi detiene la paternità.

Per il nuovo album, la cui uscita è prevista a novembre, è confermata la presenza degli altri due inediti dei Negramaro "Brucio di te" e "E così sia" firmati da Giuliano Sangiorgi. Il leader dei Negramaro racconta emozionato come è nata questa collaborazione . "Due anni fa a un concerto a Torino ho cantato due suoi pezzi, “Bugiardo e incosciente” e “Un anno d’amore”. A un certo punto mi chiama sua figlia Benedetta, alle due di notte, e poi me la passa. Era emozionata, mi ha detto che non si era mai commossa così tanto all’ascolto di una sua canzone. Mi ha salutato dicendo "quando vuoi buttame du’ scarti". Non credevo fosse vero"