Tempo di lettura: 5 minuti

"vinili"Ritorna a Napoli Disco Days la fiera della musica e del vinile. Sabato 8 e Domenica 9 si aprirà la 7° edizione della fiera che riunisce a Napoli, due volte l’anno, appassionati e collezionisti del prezioso disco nero, oggi sempre più alla ribalta. Questa edizione è rinominata “Disco Days + Music Forum” e ricco si preannuncia il programma delle due giornate. Si aprono i battenti sabato alle 16.00 al Teatro Tenda Partenope di Via Barbagallo a Napoli e fino alle 21.00 della domenica successiva le sorprese saranno veramente tante, grazie al coordinamento degli eventi e degli incontri curato da Gennaro Pasquariello ed alla collaborazione del notiziario musicale MayDayNews.
La prima sorpresa riguarda i visitatori che quest’anno potranno vincere un amplificatore valvolare messo in palio dall’azienda AVVVT. Le informazioni per il concorso saranno spiegate all’ingresso.
Alle 17.00 ci sarà la premiazione di Sguardi Sonori la prima edizione del concorso di cortometraggi sul tema “Percepire la vibrazione del suono nel suo aspetto visivo”. I video maker presenteranno opere realizzate tenendo conto della percezione visiva del suono. Il miglior cortometraggio sarà premiato dal giurato del Rome Indipendent Film Festival e sarà ospitato, poi, alla manifestazione romana. Flavio Gioia, coordinatore culturale di Disco Days dichiara che “…lo scopo di questa rassegna è creare un parallelo tra l’espressione del suono e l’immagine che dal suono viene a crearsi nel nostro pensiero. Sguardi Sonori rappresenta un progetto di interesse nazionale, senza precedenti in questo settore”.
Alle 18.00 sarà presentata l’ Opera Cantanapoli Enciclopedia del Festival della Canzone Napoletana dal 1952 al 1981 di Antonio Sciotti. Nel 1952 si tenne il primo festival della canzone napoletana e Cantanapoli rivisita la prima e le successive edizioni in un volume ricco di testi, dati su interpreti, vincitori, classifiche e dischi a 78 e 45 giri, foto ed interviste. Cantanapoli è pubblicato da Luca Torre Editore.
Alle 19.00 presentazione della band Mundu Rua, gruppo nato nel 2010 che si appresta all’uscita del primo album agli inizi del 2012. Il suono dei Mundu Rua spazia tra l’etnofolk arabico, il progressive, rock, la musica psichedelica e il funk, un gruppo giovanissimo che si è esibito già in numerose manifestazioni ed eventi tra i quali l’Umbra Forest Folk .
Alle 20.00 la sassofonista e compositrice Cinzia Castiglione presenterà il suo ambizioso progetto Taran’jazz, una rivisitazione in chiave jazz e ritmi popolari di brani classici da Prokof’ev a Liszt, Rossini, Paganini e Rubinstein.
Più ricco ancora sarà il programma di domenica 9 ottobre quando i cancelli del Teatro Tenda Partenope si apriranno alle 10.30 e fino alle 21.00 si alterneranno nel tendone di Via Barbagallo artisti, critici musicali, giornalisti ed editori per presentare le proprie novità.
Alle 11.00 sarà la volta dei Bandabrasileira un gruppo di musicisti napoletani e brasiliani che con il primo disco di esordio “Radio Bossa” presentano alcuni successi internazionali con ritmi e colori della bossa nova.
Venti anni fa nel Teatro Tenda Partenope Sir Paul McCartnery si esibiva per la prima ed unica volta a Napoli. A ricordare l’evento alle ore 12.00 sarà Rosario Scarvetta "beatles"editore di New Media Press del libro “Paul Mc Cartney a Napoli 5 giugno 1991 ..it was twenty years ago today!

Per gli appassionati dei Beatles il sogno continua. I bravissimi giornalisti e critici musicali Carmine Aymone e Michelangelo Iossa alle 13.00 tratteranno dell’altro grande evento che riguarda un Beatles. “Il Sogno di Imagine continua” : a distanza di 30 anni dall’uscita di Imagine di John Lennon, si discuterà di questo brano famosissimo e ancora molto attuale con la presentazione di album d’epoca e oggetti di memorabilia.
Alle 15.00 ed alle 16.00 ci saranno le esibizioni degli Ardesia, gruppo di musicisti napoletani (Stefania Tarantino, Maria Letizia Pelosi e Ciro Riccardi) che tra poche settimane sarà presente sul mercato con il primo album dal titolo “Incandescente”. A seguire Leonardo De Lorenzo con il suo l’album “Pictures”, un lavoro d’ensemble tra musicisti di diverse origini, in cui De Lorenzo scrive e arrangia ed assembla tutto il repertorio di questo progetto.
A dimostrazione che Disco Days valorizza la produzione e la diffusione del vinile l’organizzazione ha previsto l’assegnazione del premio Il Microsolco alla band napoletana 24 Grana. La band ha presentato lo scorso 18 gennaio il suo ultimo lavoro “La Stessa Barca”, interamente registrato in analogico negli studi Electric Audio di Chicago e pubblicato, per la prima volta nella storia della band, anche in versione LP in vinile. Il premio Il Microsolco vale ai 24 Grana come riconoscimento per la realizzazione e la distribuzione della loro musica in vinile, con l’unico intento di promuovere la diffusione dell’insostituibile supporto musicale.
Evento cinematografico del cinema italiano ed internazionale di quest’anno Passione riceverà il premio Disco Days (h.18.00). Il film documentario coprodotto da Italia e Germania, diretto da John Turturro e con la ricerca artistica curata da Federico Vacalebre, è un progetto che rivaluta il patrimonio della canzone napoletana. Girato tra le strade di Napoli con numerosi artisti italiani ed internazionali Passione è diventato uno spettacolo teatrale attualmente in tour con un notevole successo di pubblico.
La fiera Disco Days continua alle 19.00 con il premio Rete dei Festival assegnato al gruppo Foja che, con i suoi lavori di profondo talento musicale, testimonia l’importanza del rapporto con le tradizioni e la cultura del proprio territorio. Successivamente ci sarà la premiazione del concorso Musica a Scatti. Durante i due giorni della fiera saranno esposte tutte le fotografie partecipanti al concorso; l’immagine fotografica più bella sul tema musicale sarà premiata con una macchina digitale reflex. Infine alle 20.00 ci sarà Musica all’Asta la prima asta no-profit dedicata a gadgets, cimeli e dischi in vinile. Per chi fosse interessato a partecipare all’asta, potrà registrarsi all’ ingresso in fiera e consultare il catalogo sul sito www.discodays.it
Tra le mostre Carmine D’Onofrio e Nicola Iuppariello cureranno “Milestones, le icone della musica rock”, una carrellata di dischi in vinile di musica rock, un racconto iconografico delle tappe più significative dall’avvento del rock, ai suoi miti, alle hits più rappresentative suonate in giro per il mondo.
Un’area esclusiva sarà dedicata a “Memora Beatles”, memorabilia e quadri dei Fabulous Four a cura di Giampiero D’Ercole. Il quartetto di Liverpool continua ad essere un gruppo di riferimento e di ispirazione per le nuove generazioni e questa mostra vuole celebrare il genio musicale dei Beatles con pezzi storici unici: autografi originali, biglietti dei concerti, dischi rari e poster dell’epoca.
Lo scopo di Disco Days – dichiara Nicola Iuppariello, curatore dell’evento – è promuovere la musica e la sua cultura attraverso una serie di attività ed iniziative rese possibili anche grazie alle partnership che, di edizione in edizione, crescono e si consolidano sempre più. La musica intesa come interdisciplinarietà delle arti, che, attraverso iniziative come i nostri concorsi Musica a Scatti e Sguardi Sonori, attira diverse professionalità e genera cratività anche in altri campi artistici. Disco Days si è posta, sin dalla prima edizione, obiettivi ambiziosi a favore della promozione e distribuzione della musica e del panorama culturale che la musica genera e siamo molto orgogliosi di constatare che la manifestazione di anno in anno si avvicina a questi traguardi richiamando un numero sempre maggiore di artisti esordienti, appassionati, colelzionisti e amanti della musica e del meraviglioso vinile”.