Tempo di lettura: 4 minuti

"KarenCorazzata Mosfilm: è questo il nome dell’evento speciale della nona edizione del Levante International Film Festival, in programma dal 5 all’8 luglio la proiezione di sette lungometraggi targati Mosfilm (www.mosfilm.ru) e per tutto luglio e settembre una mostra organizzata in collaborazione con il Museo del Cinema di Mosca: 50 tavole di bozzetti realizzati dal grande Sergej Eisenstein per le sue opere teatrali e cinematografiche. L’iniziativa è stata presentata ieri nella sala giunta del Comune di Bari nel corso di un incontro al quale hanno partecipato l’assessore al Marketing territoriale e rapporti internazionali, Gianluca PaparestaKaren Shakhnazarov, direttore generale della Mosfilm; il presidente della Camera di Commercio Italo Orientale, Antonio Barile e il presidente del Levante Film Festival, Mimmo Mongelli.
Leader indiscussa dell’industria cinematografica russa, la Mosfilm, fondata a Mosca nel 1920 e attiva dal 1923, produce oltre cento opere l’anno. La maggior parte dei film presenti sul mercato sono stati girati negli studi della Mosfilm che realizza, distribuisce e vende film, serie televisive e video seguendo l’intero ciclo di lavorazione, dalla sceneggiatura alla copia pronta dell’opera. Negli ultimi nove anni la Mosfilm si è dedicata al potenziamento degli impianti di produzione e delle risorse tecniche; ha profuso un grandissimo impegno per modernizzare i teatri di posa, dotandoli dei più aggiornati hardware e attrezzature di ripresa. Gli studi di audio e mixaggio sono stati dotati di attrezzature digitali modernissime, tanto da diventare i primi al mondo, nel 2006, a ottenere dai laboratori Dolby i certificati DolbyPremierStudio. La casa di produzione possiede musei unici: di costumi storici, oggetti utilizzati nei set e auto d’epoca.

La mostra

La mostra con i disegni di Eisenstein, ospitata dal Museo Civico (strada Sagges) sarà inaugurata il 5 luglio alle 19 da Vera Kleiman, conservatrice della casa memoriale del regista. La mostra sarà aperta a luglio e settembre dal martedì alla domenica, dalle 19 alle 22.

La rassegna

Il cineasta Karen Shakhnazarov, direttore generale della Mosfilm inaugurerà il 5 luglio alle 20 sulla terrazza della Biblioteca provinciale Santa Teresa dei Maschi – De Gemmis (strada Lamberti) la rassegna che esplora quarant’anni di cinema russo.
Le pellicole prodotte dalla Mosfilm in calendario (in lingua originale con sottotitoli in italiano) saranno Lo specchio di Andrej Tarkovsky, Hanno combattuto per la patria di Sergei Fyodorovich Bondarchuk, Dersu Uzala di Akira Kurosawa e quattro film di Karen Shakhnazarov: Il cavaliere di nome Morte, L’impero scomparso, Reparto n.6 e L’assassino dello zar.
Le proiezioni si terranno ogni sera a partire dalle 20.15, fino all’8 luglio, sulla terrazza di Santa Teresa dei Maschi, a ingresso gratuito.

Il seminario

Nella sala convegni della Biblioteca provinciale De Gemmis, mercoledì 6 luglio alle 16 si terrà un workshop sul Tax credit e le collaborazioni tra cinematografia italiana e russa.
Interverranno Silvia Godelli (assessore al Mediterraneo, Cultura e Turismo Regione Puglia), Onofrio Resta (assessore alle Attività produttive e sviluppo Provincia di Bari), Michele Emiliano (sindaco di Bari), Gianluca Paparesta (assessore al Marketing territoriale Comune di Bari), Alessandro Ambrosi (presidente della Camera di Commercio di Bari), Antonio Barile (presidente della Camera di Commercio Italo Orientale), Silvio Maselli (direttore generale Apulia Film Commisision), Mimmo Mongelli (presidente Levante International Film Festival), Giorgio Treglia (presidente Ordine dei commercialisti e degli esperti contabili), Ludovica Baldan e Rossella Mercurio (Anica, Ufficio Tax credit e finanziamenti), Elisabetta Bruscolini (CSC Production Roma – esperta di coproduzioni italo-russe), Martha Capello (presidente Associazione giovani produttori cinematografici). Ospite d’onore sarà Karen Shakhnazarov, direttore generale della Mosfilm. Moderatore: Carlo Gentile.

L’appuntamento Corazzata Mosfilm, promosso in occasione delle celebrazioni dell’Anno della cultura e della lingua russa in Italia, servirà, inoltre, come vetrina per i prodotti agroalimentari pugliesi – per l’occasione offerti dalla Cia, Confederazione italiana agricoltori regionale – per avviare una serie di contatti e scambi, con un percorso che culminerà in un nuovo evento dedicato alla Puglia che si terrà a Mosca, grazie all’impegno della Camera di Commercio Italo Orientale.

Le altre tappe del festival 

Il festival proseguirà dall’11 luglio al 3 agosto con Liff/Friends, una rassegna di ventiquattro film sulla Rete e le nuove tecnologie – da Matrix a Strange Days, da Hackers a Minority report – sulla Terrazza di Limbo 7 in via privata Muciaccia 21/a (con accesso consentito ai soli tesserati all’associazione).

In collaborazione con la Quinta Circoscrizione Japigia – Torre a Mare tutti i giovedì dal 21 luglio al 4 agosto e dall’8 al 22 settembre, in programma Liff Pop, una rassegna di sei successi cinematografici della passata stagione: Benvenuti al Sud di Luca Miniero, Cattivissimo me di Pierre Coffin, Burlesque di Steve Antin, We want sex di Nigel Cole, Invictus di Clint Eastwood, The social network di David Fincher (nell’Arena Giardino).

Dal 2 al 4 settembre, invece, sulla Terrazza della Biblioteca provinciale De Gemmis in calendario i Liff Awards, tre giorni di premiazioni per i film in concorso. Lungometraggi (sezione Custom), corti (sezione Experience) e documentari (sezione Investigation) vincitori, scelti da una giuria internazionale (i produttori Sabina Kodra e Roberto Gambacorta, i registi Andrea Costantino, Antonio Minelli e Antonio Mitrikeski, il critico cinematografico Carmen Gray) saranno presentati al pubblico.

Parteciperanno alle giornate i premiati per miglior film, miglior regia, miglior attore, miglior attrice, miglior soggetto, miglior fotografia e miglior montaggio.  L’edizione 2011 della manifestazione si chiuderà con i Liff Workshops, nei mesi di settembre e ottobre, tre seminari con grandi maestri della recitazione, della fotografia cinematografica, della musica da film. Partecipazione a numero chiuso e a pagamento. Luoghi e date in via di definizione.  Liff riconferma la sua collaborazione con Telethon.

In foto il cineasta russo Karen Shakhnazarov