Tempo di lettura: 5 minuti

"MosheLsdmagazine ha affidato alla sapienza e alla conoscenza del dott. Moshe Admoni – Kabbalista di rilievo internazionale –  importanti  quesiti che ci aiuteranno a capire meglio cosa, nell ambito delle Scienze, rappresenti l’universo della Kabbalah e quanto importante sia il peso specifico di alcuni principi e nozioni tramandatici decine di centinaia di anni fa. E così per entrare in questo mondo chiuso ai più per diversi secoli ho  realizzato una intervista (riprodotta qui in parte) significativa i cui contenuti, validi e sostanziali, suggeriscono al lettore spunti di riflessione.

In quale parte della tradizione esoterica trova le sue origini la kabbalah? E’ vera la circostanza consegnataci dalla storia moderna secondo cui questa scienza sia stata soggetta ad occultamento per diversi secoli? E nel caso in cui questo fosse vero quale ne e’ la ragione? Come si coniuga la definizione di questa "tradizione" rispetto a quanto prescritto dalla conoscenza scientifica?

"La realta’ non e’ altro che una sorta di super ologramma dove passato, presente e futuro coesistono simultaneamente; se potessimo avere degli strumenti appropriati potremmo spingerci entro quel livello della realta’  e connetterci con il passato, il futuro e tutti gli esseri viventi Dell universo. Vediamo delinearsi, fin dall’alba dei tempi, un misterioso e affascinante passaggio tra spiritualita’, metafisica e scienza.

Cio’ che in un primo momento veniva percepito come spirituale, con la conoscenza, l’evoluzione, la consapevolezza, e’ diventato dapprima metafisica e poi legge fisica. Oggi potremmo tranquillamente scoprire che tutto cio’ che noi abbiamo visto e vediamo appartenere alla sfera della spititualita’, potrebbe essere legge fisica.

La Saggezza della Kabbalah, fin dalle sue origini, 5000 anni fa in Babilonia da quando la consapevolezza ha preso forma nel primo Kabbalista, parla proprio di questa realtà che prima era spirituale, poi e’ divenuta metafisica e che con la vera percezione sara’ la Vera Realtà. Ma la sua indagine non si limita solo ai campi della metafisica e della fisica quantistica, nella sua Scienza troviamo anche una profonda conoscenza delle piu’ complesse dinamiche psicologiche della personalità, conoscenza che poi si e’ rivelata ella moderna psicologia e psicoanalisi, basti pensare a Jung.

La Kabbalah ci spiega il senso della vita umana, quale sia il suo traguardo e come raggiungerlo, ci insegna l’importanza della crescita di tutto l’essere umano e non soltanto della ragione logica o dell’appagamento dei bisogni fisici.

In tutti questi millenni, secoli e soprattutto negli ultimi anni questa antica saggezza si e’ via via sempre piu’ rivelata affinché’ gli uomini potessero risolvere i problemi che si trovavano ad affrontare, dando strumenti e metodi su come risolver iper avere una vita aperta  a tutte le popolazioni del pianeta e soprattutto in armonia con la natura  e l’intero creato. E’ il motivo così "misterioso"  del suo "occultamento" in tutti questi annie’ dato proprio dall incapacita’ dell’uomo a comprendere l’insegnamento non secondo il suo grado livello evolutivo.

Dott. Admoni, cosa rappresenta lo studio della Kabbalah – anche alla luce di tutto cio’ che oggi accade nel mondo? E soprattutto ci puo’ dire chi puo’ avvicinarsi allo studio di questa scienza? E’ una prerogativa riservata a pochi  o piuttosto puo’ essere addirittura divulgata? Perche’ studiare oggi la Kabbalah e a quali scopi?

"Da quando quel primo uomo ha raggiunto la consapevolezza, i suoi simili hanno sempre cercato di trovare le risposte a doloroso e insistenti domande: chi sono – perche’ esisto – da dove vengo – perche’ esiste il dolore la sofferenza in questo mondo – posso evitarla – come posso ottenere la pace, il riempimento la felicità – cosa e’ la morte – quale  e il senso della vita.

E il fatto che continuino a durare di generazione in generazione, indica che non abbiamo ricevuto ancora risposte soddisfacenti.

Oggi un numero sempre piu’ grande di persone, piu’ evolute e piu’ consapevoli, e’ in cerca di risposte che possano influenzare positivamente la propria vita e in questa loro ricerca sempre piu’ trova luna possibilità" nello studio della Scienza della Kabbalah, perche’ attraverso questo studio sindiventa piu’ consapevoli. Non vi e’ nessuna distinzione tra chi sente  e puo’ avvicinarsi a questa scienza, uomo, donna,giovane,vecchio, colto ignorante, tutti possono studiare la Kabbalah, propriomora che il livello di egoismo degli uomini e’ arrivato al suo massimo apice, così come gia’ predetto nello Zhoar, ora e’ il tempo chela Kabbalah sia rivelata a tutti.

Dott. Admoni, spieghi ai lettori cosa e’ Bnei Baruch e come opera in Italia.  Puo’ essere considerata una organizzazione radicata? Quali sono le attivita’ di questo gruppo di studio?

"Bnei Baruch – Istituto di Ricerca e di Educazione alla Kabbalah e’ una organizzazione per lo studio, l insegnamento la diffusione della Kabbalah autentica. Nel 1991 il Prof Leitman, dottore in Ontologia, fondo’ questo Istituto; lo chiamo’  Bnei Baruch ( i figli di Baruch) in memoria del suo mentore , il grande Kabbalista Baruch Ashlag, successore a sua volta di Yehuda  Ashlag. In Italia e nel mondo opera soprattutto con il sito www.kabbalh.info tradotto in circa 35 lingue e attraverso strutture sedi-campus. Anche se non sembra radicata, l’organizzazione ne assume tutte le caratteristiche attraverso il suo enorme lavoro di pubblicazione,diffusione e produzione e attraverso i numerosi corsi on line gratuiti.

Intorno all’ universo della Kabbalah c e’ grande interesse e vivacita’ culturale. Da dove nasce la esigenza di una convention mondiale come quella di Mosca? perche’ autorevoli studiosi decidono di incontrarsi  per confrontarsi su questo tema?

"In una delle sue ultime lezioni il Prof Laitman affermava "Speriamo di poter educare il pubblico su come raggiungere l’ amore e l’ unita’, affinché’ possa entrare nella nuova dimensione prendendo una scorciatoia gradevole, senza drammatici colpi. E’ l unica ragione per la quale stiamo lavorando in tutto il mondo e parlando a tutti della nostra esperienza. Dobbiamo spiegare che la natura ci mette in una specie di "bolla"  nella quale lavora solo una forza e se non ci armonizziamo a questa forza avremo enormi problemi…" Questa lezione appello  e’ la sintesi alla risposta al perchè della necessita’ e bisogno di confrontarsi tra autorevoli studiosi e rinomati fisici.

E’ vero quanto asserito secondo cui la Kabbalah potrebbe aiutarci a riscoprire il senso della vita?

"Come affermato da Laitman la saggezza della Kabbalah insegna proprio questo nella sua forma scientifica: e’ la legge generale della Natura che dirige tutto il nostro mondo, prima della nascita e dopo la morte, cioe’ tutta questa zona della realta’  che e’ ancora a noi nascosta. Noi studiamo questa legge generale che si chiama natura e  e man mano che ne apprendiamo l essenza essa ci aiuta a sistemare la nostra vita nella maniera diretta, ad essere in armonia con il nostro ambiente, essere in armonia ognuno con se stesso".