Tempo di lettura: 2 minuti

"TeatroDopo le polemiche dei giorni scorsi, la stagione teatrale promossa dal Comune di Bari e organizzata dal Teatro pubblico pugliese (Tpp) sarà aperta, il 15 e 16 novembre nel Teatro Petruzzelli, proprio da ‘Idiotas‘ lo spettacolo che il regista lituano Eimuntas Nekrosius proporrà in Italia solo in due città Bari e Milano. La stagione teatrale è stata presentata stamattina dal sindaco di Bari Michele Emiliano e dal presidente del Tpp Carmelo Grassi.

Nei giorni scorsi era nata una polemica promossa da un gruppo di attori, esclusi dal corso di perfezionamento tenuto dal regista lituano a Bari alla fine di maggio, sui criteri adottati per la selezione dei partecipanti.

Quella presentata stamani è una stagione ricca di attori e compagnie che si articolerà in cinque differenti spazi teatrali perchè il Teatro comunale, il Teatro Piccinni, è stato chiuso per lavori di restauro.

Dopo lo spettacolo di Nekrosius dedicato a Dostoevskij, il cartellone presenta il ‘teatro classicò di Leo Gullotta nel ‘Piacere dell’onesta" di Pirandello, di Umberto Orsini interprete di Arturo U’ di Brecht, di Glauco Mauri in ‘Quello che prende gli schiaffì di Andreev e di Franco Branciaroli che rende omaggio al teatro inglese con Servo di scena di Hatrwood. Approderanno a Bari inoltre ‘Il sogno di una notte di mezz’estatè, la commedia di Shakespeare riletta in chiave pop con le musiche di Rita Pavone e Adriano Celentano e la regia di Tonio De Nitto, e Paolo Poli con ‘Il marè uno spettacolo ispirato al testo di Anna Maria Ortese.

Un’altra sezione del cartellone è dedicata a proposte di teatro-cinema e si svolgerà in una multisala: ne saranno protagonisti Stefano Accorsi in un Orlando Furioso con la regia di Marco Baliani, Elio Germano con ‘Thom Pain’ un testo inedito del drammaturgo americano Will Eno, e Angela Finocchiaro in ‘Open Day’ di Walter Fontana con la regia di Ruggero Cara. Ha il patrocinio di Amnesty international, infine, ‘Rumore di acquè di Marco Martinelli lo spettacolo che rientra nel ciclo dedicato a Mazara del Vallo città presa a simbolo dell’immigrazione.

Una ampia sezione del cartellone è riservata a spettacoli di compagnie pugliesi tra i quali, ‘Guerrà che debutterà in gennaio, realizzato con il sostegno del Comune e interpretato da Anna Bonaiuto e Manrico Gammarota con la regia di Marinella Anaclerio. E poi Il processo ‘ di Kafka con la regia di Andrea Battistini e ‘Il paradosso del poliziotto e Tex Willer’ tratto da un testo di Gianrico Carofiglio.

Nei giorni scorsi era nata una polemica promossa da un gruppo di attori, esclusi dal corso di perfezionamento tenuto dal regista lituano a Bari alla fine di maggio, sui criteri adottati per la selezione dei partecipanti.

Quella presentata qualche giorno fa a Bari è una stagione ricca di attori e compagnie che si articolerà in cinque differenti spazi teatrali perchè il Teatro comunale, il Teatro Piccinni, è stato chiuso per lavori di restauro.