Tempo di lettura: 2 minuti

"NicolaDopo aver vagabondato per il mondo, torna in Puglia e nella sua Bari, lì dove tutto ebbe inizio con il Fez jazz Festival, Nicola Conte, che con la collaborazione di Puglia Sound, realizza il suo progetto più internazionale : "Love & Revolution". Il primo concerto, che darà il via al tour, si terrà a Bari presso il teatro Piccini il 21 Maggio e successivamente in replica al TaTA’ di Taranto il 22 Maggio.
Per la storica etichetta Impulse!, cha ha pubblicato tra i più grandi musicisti jazz di tutti i tempi, Nicola Conte, onorato ed ancora incredulo, ha realizzato un cd dalle sonorità più diverse, si passa infatti dal jazz alla musica psichedelica, dall’afro alle sonorità indi.
I richiami sia visivi che uditivi al mondo delle rivoluzioni giovanili del periodo che va dagli anni ’60 a ’70 è particolarmente evidente, scelta che l’artista motiva come una necessità moderna di riconsiderare idee inerenti al periodo "power flower" e renderle
nuovamente parte integrante del nostro vivere, reso cosi grigio e privo di slanci propositivi e fiduciosi verso il futuro. Colori vivaci e forme arrotondate, nella copertina, vogliono trasmettere un allegria multicolore e positiva, gioia piuttosto che una pesantezza del vivere, una rinascita da un mondo omologante e alienante. Diversità come orgoglio, e non come difetto, la stessa che Nicola Conte rivendica come individuo e dunque come musicista, non declinabile in un solo ambito musicale, ma che spazia e si rinnova in ogni album per non essere mai uguale a se stesso. Un "ME" troppo variegato per esaurirsi nelle canoniche 12 tracce di un cd. Ed anche a chi pensa che il suo usare un tema cosi abusato come quello delle comunità hippy sia solo una trovata per vendere ed attirare,
soprattutto chi quegli anni li ha vissuti in prima persona, e magari li rimpiange pure, Conte non trova altra risposta che un sacrosanto "chi se frega!", e a buon diritto, perchè a volte voler essere l’avanguardia dell’avanguardia rende più distanti dalla realtà e poco comunicativi, se non con pochi eletti.

La solarità e la multietnia di questo lavoro non solo nei suoni, ma anche nelle collaborazioni (Magnus Lindgren al sassofono, Gaetano Partipilo al sassofono tenore, Pietro Lussu pianoforte, Paolo Benedettini al contrabbasso Teppo Makynen alla batteria, Bridgettw Amofah, Alice Ricciardi e Nailah Porter voce, Flavio Boltro alla tromba) fa credere e sperare che al mondo c’è chi vive tenedo sempre bene a mente ideali di ugualianza e fratellanza. Nei 50 anni di Impulse!Records, nonostante le difficoltà economiche con cui tutto il mondo discografico, e non solo, deve fare i conti, il progetto "Love & Revolution" viene interamente registrato a Bari, non solo con l’aiuto di Puglia Sounds ma anche con la partecipazione della Regione Puglia, attraverso il suo assessorato al Mediterraneo, Cultura e Turismo,che si conferma ancora una volta uno dei più sensibili ed attenti, sul territorio nazionale, alle necessità degli artisti che sempre più spesso invece si vedono costretti a ricorrere all’autoproduzione pur di far vedere la luce ai loro lavori.
L’intero concerto che si terrà il 21 maggio al teatro Piccinni alle ore 21, verrà trasmesso in streaming su sito del Corriere della sera, in cui il carismatico Nicola Conte vi trascinerà attraverso suoni e mondi dei più variegati.