Tempo di lettura: 3 minuti

"didone
Il rilancio di una idea imprenditoriale consolidata da anni e legata indissolubilmente ad un territorio che ha da sempre rappresentato nell’ambito dell’attuale scenario di congiuntura economica, un atto di coraggio e uno slancio senza precedenti: ripartire dalle “origini”, mettendosi in discussione è una iniziativa avvincente e premiante.

Ed è proprio questo, in estrema sintesi, lo spirito che anima la nuova "squadra" di Delta TV, una emittente televisiva il cui raggio di azione insiste sui territori di Puglia e Basilicata e che con l’inevitabile ed auspicato avvento del digitale terrestre ha dovuto attuare uno “switch” ancor prima che nelle modalità di trasmissione nei contenuti editoriali.

Il cambio di rotta è stato forte ed evidente con un passaggio dall’universo delle televendite, da sempre elemento chiave di Delta TV, ad un palinsesto ricco di iniziative; e così mentre tutte le altre emittenti televisive di natura privata hanno dovuto intervenire pesantemente sui palinsesti con pesanti ridimensionamenti tali da garantire una redditività consona all’acesso nel “digitale”, Delta TV, nella tenacia e nella lungimiranza del suo coraggioso editore Giacomo Chiossone, ha trovato il suo “buon vento”.

Assieme ad un altra colonna storica della TV – Michele Lozupone – Chiossone ha deciso di ridisegnare le strategie di una nuova idea, passando da un lato attraverso investimenti negli apparati di trasmissione del segnale digitale terrestre e dall’altro avvalendosi nell’area produzione di Michele Didone e Gaetano Rutigliano, uomini chiave del nuovo corso; alla loro professionalità infatti spetta il compito di “sintetizzare” le eccellenze del territorio trasformandole in contenuti socio-culturali godibili al pubblico; la testata giornalistica è affidata ad Antonio Mazzicone e lo sviluppo commerciale a Filippo Donvito.

Veniamo al palinsesto, fatto di momenti “autoctoni”, di ospitate e di protagonisti della scena locale; la ricca rubrica “Instant book” con appuntamenti fissi con esponenti del mondo editoriale cartaceo pugliese e lucano a cura di Leo Palmisano, scrittore e sociologo; l’appuntamento con la scienza è di Rosa Capozzi, ricercatrice del CNR Bari, che ne cura aspetti e problematiche nel suo salotto; lo spazio “Pugliesi e Lucani nel Mondo”, che attraverso Antonio Peragine, presidente del CRATE, dà voce ai nostri concittadini in giro per emisferi diversi del pianeta.

A Guido Di Leone e al Pentagramma sono affidate le “Lezioni Concerto”, open space dedicato a tutti gli esponenti della musica jazz nazionale; a Legambiente Bari l’annoso compito di curare le inchieste legate al territorio. Ma non finisce qui; il canale è assolutamente interdisciplinare e quindi oltre la rubrica finanza e investimenti di Salvatore Barbato, prevede un appuntamento con Vincenzo Caradonna, esperto di problematiche condominiali.

E in una rinnovata Delta TV, nata dalla esperienza ma ricca di giovani entusiasmi non poteva mancare un focus sul “sociale” a firma di Filippo Donvito con il suo appuntamento “Pomeridiana” e – ancora – interviste alle giovani realtà artistiche con Silvio Tateo e il suo “Ovosapiens”.

L’abito di questo innovativo contenitore è a cura di una esperta squadra tecnica, ingrediente indispensabile al successo di una emittente televisiva. Per tutti un anticipo di questa bella Delta TV è disponibile sull’omonimo canale Youtube (WebTvDelta) e ai lettori di LSDmagazine auguro una buona visione.

[wp_youtube]LvFC2v7IZiw[/wp_youtube]