Tempo di lettura: 2 minuti

"stazione
Muv, festival internazionale legato alla diffusione delle arti digitali, giunge alla sua settima edizione e si svolgerà quest’anno alla Limonaia di Villa Strozzi di Firenze dal 1 al 5 giugno 2011. Il tema dell’evento è dedicato al gioco e alla sua interazione con la musica e le digital art.
Nella lingua inglese il verbo "to play" ha un duplice significato. Da un lato si riferisce alla pratica del gioco dall’altro invece all’arte di eseguire la musica o dare vita ad una azione teatrale. Il campo semantico di questa parola racchiude quindi il concetto che sarà fonte di ispirazione del muv contest, un concorso suddiviso in tre diverse sezioni: interaction design, live media e short movie.
Lud in ! – LUDIC INTERFACES 01 è il titolo della prima sezione del muv contest, un progetto dedicato all’interaction design curato da Antonio Boldrini che offre la possibilità a giovani artisti, progettisti, studenti e appassionati di tutto il pianeta di mostrare al mondo le proprie creazioni all’interno degli spazi espositivi di MUV Festival 2011. La partecipazione è gratuita e aperta a (interaction) designers, artisti, ricercatori, architetti e studenti italiani e stranieri. Il divertimento è tutto ciò che è legato alla game art si sta rivelando una forma sempre più efficace per l’apprendimento. Imparare giocando, questa la nostra sfida legata alle istallazioni interattive che prenderanno parte al festival nella prossima estate: “Fateci vedere come sensibilizzare il pubblico di tutte le età alla questione ecologia, al rispetto dell’ambiente e alla salvaguardia delle risorse idriche. Come insegnare lingue straniere o le nozioni fondamentali di matematica e fisica ai bambini, come imparare ad ascoltare, capire, comporre musica e video attraverso dei giochi interattivi”.
La seconda sezione è invece dedicata alle live media performance. Attorno a questo nucleo tematico sono raccolti invece progetti performativi, creati da singoli artisti o gruppi di lavoro, che utilizzino le pratiche live insite nella natura dei nuovi media. Live Cinema, Mixed Media, performance audiovisive, dj associati a vj set, etc… sono tutti ambiti di produzione che indagheremo per scoprire nuovi talenti capaci di creare inedite forme di interazione tra suono e immagine, votate alla sinestesia e alla multimedialità. I progetti selezionati entreranno nel programma ufficiale di Muv 2011, condividendo il palco con importanti protagonisti della musica e delle arti elettroniche internazionali, e saranno promossi presso altre manifestazioni e festival.
La terza sezione infine, quella è invece rivolta agli short movie ed è curata da Piero Fragola.
Questo concorso si pone come obiettivo l’analisi di tematiche quali la competizione, i ruoli, il confronto, i conflitti e le tensioni sociali che vengono trasformati dal gioco in ludico equilibrio delle parti. Quanti sono i giocatori? Quali sono le regole del gioco? Qual è l’obiettivo da raggiungere? I giocatori si esprimono attraverso i gesti, le parole, attraverso i codici imposti dal gioco, spesso con l’ausilio di elementi propri del gioco stesso.
Cosa muta nel tempo? Cosa permane? Cosa scompare? Cosa attualizza il gioco rendendolo parte del nostro linguaggio quotidiano?

Bando, premi, informazioni e form d’iscrizione sono disponibili sul sito ufficiale del festival al seguente link
www.firenzemuv.com/2011/contest.html – info: info@firenzemuv.com – le iscrizioni sono aperte fino al 20 maggio 2011.