Tempo di lettura: 3 minuti

"vela"
Si è tenuta al CUS la premiazione conclusiva della XII edizione del campionato di vela d’altura Città di Bari.

I presenti sono stati salutati dal neopresidente del CUS Dott. Renato Laforgia alla sua prima apparizione ufficiale, che, con un velo di commozione nella voce, invita a una sempre crescente partecipazione al mondo della vela, in questo momento proiettato più che mai verso nuove mete e nuove “leve”: l’augurio è che – come da tradizione – il CUS si riproponga con rinnovato entusiasmo quale fucina di talentuosi atleti baresi.

Raffaele Ricci, presidente zonale FIV, simbolicamente fa dono del “Manuale dell’allievo” (vademecum dell’aspirante velista) al nuovo presidente e non dimentica di ringraziare l’uscente – Prof. Francesco Corsi – per tutto il tempo amorevolmente dedicato al mondo della vela per tanti anni. Ricci annuncia già i preparativi per la XIII edizione del campionato, poiché competizioni di tale respiro necessitano una lunga preparazione che fa tesoro di successi ed errori delle edizioni precedenti; a piccoli e grandi impedimenti (boe capricciose, vento che cala all’improvviso, e il demone della crisi sempre in agguato) fanno fronte comune il CUS e i circoli velici baresi (CUS Bari, Circolo della Vela, LNI Bari, CC Barion, Costa del Sole, CN Il Maestrale), entusiasti e interessati come sempre.

Il campionato ha visto sfidarsi in acqua più di una trentina di barche, tra nomi storici della vela pugliese e barche emergenti, che, a detta del giudice R. Marinelli hanno dato filo da torcere a vele più navigate. Il giudice mostra soddisfazione per il campionato, definendolo bellissimo sotto il profilo tecnico.

Vengono premiati MagìCopà di M. Drago della LNI Campomarino (Ta) quale equipaggio arrivato da più lontano, M. Fornarelli su Kaster (di R. Colaleo, LNI Monopoli) come timoniere più giovane e Cavallo Angela (Costa del Sole) come timoniera, di Calamaretto (di F. Lorusso, CUS Bari). La classifica ufficiale ha visto invece vincitori:

Scricca di G. Cioce, CV Bari, che si aggiudica il trofeo in overall, in categoria crociera/regata e anche in categoria 3-4; Argentina di F. Lorusso, CUS Bari, primo overall in minialtura, che si aggiudica anche il primo posto tra i Surprise; Indigo II di D. Laghetti, CUS Bari, in categoria crociera; Buena vista di L. Pannarale, LNI Bari, categoria crociera regata 1.2.

Contestualmente vengono salutati i fratelli Pantzartzis, ingaggiati su Morgan (di N. De Gemmis, CC Barion, seconda in categoria 3-4) appena tornati vincitori dalla prima regata nazionale di classe 49er tenutasi nei giorni scorsi a Roma.

Il prossimo appuntamento velico è il Campionato Nazionale Minialtura Area Adriatica seguito dal Trofeo Terradamare, che coniuga sport e promozione del territorio, ormai giunto alla VII edizione, che partirà il 27 aprile con la regata Bari- Herceg-Novi e si concluderà a fine maggio.