Tempo di lettura: 2 minuti

"Giulio
Una bellissima mostra quella di Giulio Turcato, uno dei nostri più importanti pittori in ambito nazionale ed internazionale.
60 opere, alcune delle quali assolutamente inedite e facenti parte dell’Archivio Turcato. Il Comune di Terni ha voluto rendere omaggio a questo straordinario maestro dell’astrattismo italiano, ed approfittando del restauro di alcune sue sculture esposte sulle rive del Lago di Piediluco, insieme al Complesso Museale Caos di Terni presenta una mostra davvero singolare. Giulio Turcato pittore, scultore ed artista a 360 %. la mostra è divisa in due filoni principali: – una sezione antologica che segue il percorso artistico del pittore – una sezione che ha come tema quello delle Libertà, fatta di bozzetti e fotografie. Le Libertà non sono altro che una serie di sculture di Giulio Turcato esposte in modo permamente sulle rive del lago di Piediluco, in Provincia di Terni. Queste sculture in ferro sono state realizzate nel 1989 e riportate oggi al loro antico splendore. Realizzate in forme longitudinali verso l’alto. Il pecorso artistico e professionale di Turcato è stato straordinario e merita di essere evidenziato. Studia a venezia, poi si sposta negli anni ’30 a Milano. nel 1942 partecipa alla Biennale di Venezia. nel 1943 si trasferisce a Roma, dove nel 1947 fonda il gruppo "Forma 1" insieme ad altri grandi pittori come Attardi, Dorazio e Sanfilippo. Da vita al manifesto del così detto "Formalismo"e la sua arte viene esportata in importanti mostre internazionali. Parigi, New York, Londra.

La mostra dedicata al Maestro si svolge all’interno degli spazi Caos di Terni e dimostra la grande capacità artistica del pittore italiano. Colori, cromatismi, luce e spazi informali si alternano a dipinti concettuali e figurativi che dimostrano la grande versatilità di Turcato. Alcune opere sono delle vere e proprie installazioni di dimensioni molto grandi.

Una mostra da ammirare in silenzio lungo tutto il suo percorso e che durerà fino al 30 gennaio.
Visibile sia la mattina che la sera: dalle 9.30 alle 20.00.