Tempo di lettura: 3 minuti

"Fòcara"Il 16 Gennaio, come tradizione vuole ogni anno, si riaccenderà, a Novoli, il fuoco della Fòcara.
“Farà venirli a parlamento seco; poi farà sì, ch’al vento di Focara non sarà lor mestier voto né preco” recita Dante nel XXVIII Canto dell’Inferno, riferendosi alle terre dove venivano accese grandi pire volte ad avvertire i naviganti di un pericoloso promontorio in prossimità dell’attuale Parco di San Bartolo vicino Pesaro.
Un evento, quello della Focara novolese, che affonda le sue radici intorno al XV secolo, a seguito di una forte presenza di commercianti del Nord Italia di olio e vino in terra nord Salentina che ogni anno si impegnavano a variarne la forma e le dimensioni fino a raggiungere quelle attuali che ne fanno la più grande pira d’Europa. Nella “Fòcara” novolese convergono antichi comportamenti popolari che vanno ricercati in antichissimi rituali apotropaici di origine pagana. La tradizione vuole che i tizzoni che alimentano il fuoco della gigantesca pira novolese vengano raccolti e le ceneri sparse nei campi. Anno dopo anno, quest’evento sta diventando sempre più il simbolo di Novoli e della cultura popolare salentina e anche quest’anno, il sindaco, Oscar Marzo Vetrugno, darà inizio alla festa del 16 gennaio (che in realtà è iniziata il 6 gennaio e si conclude con l’accensione della pira) accendendo il Fuoco dell’immensa catasta di tralci di vite, alta oltre 20 metri e larga quasi 25. L’accensione della Fòcara rappresenta il momento culminante della festa di Sant’Antonio Abate è infatti solo dopo questo momento che inizia la festa vera e proprio nella piazza Tito Schipa, dove per la sera di domenica prossima sono previste oltre 60000 persone in occasione del concerto degli “Elio e le Storie Tese” ,di “Simone Perrone”, degli “Insintesi” e dei “Blackstarline” e centinaia di migliaia già affluiscono nel piccolo paese salentino che ogni anno propone artisti di spessore musicale come l’anno passato, quando special guest della serata clou è stato il grande “Vinicio Capossela”.
Alle 14.45 di domenica è prevista la gara di metodo e di potenza di fuochi d’artificio, dedicata al compianto Antonio Rizzo già da quattro edizioni, dove prenderanno parte le più grandi scuole esponenti dell’arte pirotecnica del Sud Italia. Spettacoli pirotecnici, curati dalla ditta Angelo Mega di Scorrano (Le) e Martino de Carlo di Gioia del Colle (Ba), saranno proposti al pubblico che la notte di domenica si metterà in viaggio verso Novoli in occasione dell’evento.

"Fòcara"A tal proposito, il comitato organizzatore della Fòcara, invita chiunque volesse prendere parte ai festeggiamenti a prendere i mezzi pubblici che prevedono una fitta rete di collegamenti con le zone prossime al paese. In particolare da Lecce sono previsti treni speciali e autobus cittadini, con il prolungamento della corsa 26 per Novoli, ogni 15 minuti a partire dalle 16 fino alle 2.20 mentre da Novoli l’ultimo treno per rientrare nel capoluogo salentino è alle 3.20. Si potrà facilmente raggiungere Novoli anche da Guagnano, Campi e Salice Salentino, sempre con treni che passano ogni 15 minuti. Infatti utilizzando l’auto da Lecce o da qualsiasi altro luogo s’intenda raggiungere Novoli, gli ultimi 10/15 km dureranno 40 minuti nel migliore dei casi e se si considera che la stazione ferroviaria è a pochi passi da Piazza Tito Schipa, luogo principale della festa, il treno è decisamente il miglio mezzo per raggiungere Novoli. Negli anni la “Fòcara” ha raccolto sempre più consensi al punto che lo scorso anno l’evento è stato seguito da Puglia Channel e Telenorba. Quest’anno, oltre agli immancabili profili sui sempre più straripanti social network Facebook e Twitter., è stata proposta una webcam a infrarossi, realizzata da ClioCom Service Provider, che seguirà 24 ore su 24 la costruzione della Fòcara e il pubblico di tutto il mondo potrà seguirla in tempo reale collegandosi sul sito internet www.focara.it. In più, il rituale dell’accensione sarà visibile in streaming sui siti dedicati all’evento. I presupposti per una grande serata di divertimento per tutte le età ci sono, non resta che darsi appuntamento a Piazza Tito Schipa a Novoli per domenica 16 Gennaio.