Tempo di lettura: 2 minuti

"Taurasi
E’ un vino campano di Mastroberardino, il Taurasi Radici Riserva 2004, il miglior vino italiano secondo l’incrocio dei voti della maggiori Guide (Gamberorosso, Espresso, Veronelli, Maroni).

La classifica della Guida delle Guide è stata compilata da MF/Milano Finanza e riporta ai vertici, dopo la defaillance dell’anno scorso, il Sassicaia, che si piazza secondo con la vendemmia 2007. Terzo è Kumi prodotto da Oasi degli Angeli; quarto Barolo le Rocche del Falletto 2004 di Bruno GiacosaMoscato Castel Giovannelli 2007 della cantina Caldaro.

A pari merito con Solaia Montepulciano d’Abruzzo San Callisto 2007 di Valle reale; nono Trento Brut Giulio Ferrari Riserva 2001, primo delle bollicine. Decimo, il detentore di 100 centesimi da Wine Spectator, Masseto 2007 di Ornellaia, mentre il vino che un anno fa gli ha lanciato la sfida per il primato dei merlot, Baffonero di Rocca di Frassinello, si è piazzato, al suo secondo anno di produzione, ventiquattresimo, mentre Maroni lo ha nominato miglior rosso dell’anno. Undicesimo un Aglianico del Vulture, Basilisco 2007 di Basilisco; dodicesimo I Sodi di San Niccolò 2006 di Castellare di Castellina in Chianti, che ha dato vita a Rocca di Frassinello con Rothscild-Lafite, e a parimerito Sorì Tindin 2007 di Gaja, Montiano 2008 di Falesco, Amarone 2004 di Zymèe Sanpetrolo 2001 di Petrolo. Tredicesimo, Montevetrano 2008 di Montevetrano. In generale, quest’anno la Toscana ha piazzato 10 vini nei primi 30, battendo il tradizionale avversario, il Piemonte, che ne ha avuti solo cinque.