Tempo di lettura: 3 minuti

"L’AquilaDal 23 al 31 ottobre con la manifestazione “L’Aquila Fenice”, il festival Minimondi di Parma, ideato e diretto da Silvia Barbagallo, prosegue il dialogo con i cittadini aquilani, iniziato nel luglio 2009 nelle tendopoli e proseguito nell’ottobre 2009 nelle scuole e in altri luoghi, attraverso la cultura del libro e della lettura, motivo di socializzazione e rinascita in un territorio così duramente colpito, che ancora continua a sanguinare.
Minimondi, dunque, di nuovo a L’Aquila, insieme a numerose organizzazioni nazionali e locali, per dar vita a laboratori, spettacoli, letture, incontri e dibattiti con scrittori e giornalisti, dedicati ad adulti e ragazzi.
Le altre Associazioni che organizzano la manifestazione: Arci, Bibliocasa, Arci Querencia, Ass.ne Genitori di Diventa, ABIO – Ass.ne Bambini in Ospedale, Pro Loco di Coppito, Comitato 3e32.
Gli appuntamenti- ospitati soprattutto negli istituti scolastici- si tengono nel capoluogo e in alcune frazioni: Arischia, Casale di Murata Gigotti, Coppito, Pianola, Pile, Roio, Sassa.

Collaborano con il Festival: Comune e Provincia de L’Aquila, Regione Abruzzo, Provincia di Roma, Centro per il Libro del MiBAC per “Ottobre piovono libri”, Regione Emilia Romagna.
La Provincia di Roma ha concesso il suo appoggio alla manifestazione, sostenendo la presenza degli editori romani per ragazzi: Bianco e Nero, Gallucci, Lapis, La Nuova Frontiera, Nuove Edizioni Romane, Orecchio Acerbo, Sinnos.
A L’Aquila Fenice partecipa anche il Salone Internazionale del Libro di Torino, che domenica 24 dalle 15,30 nel Teatro Ridotto del capoluogo propone L’Italia dei Festival per L’Aquila: un pomeriggio in cui i quattro principali festival letterari italiani si incontrano e offrono in dono ai cittadini dell’Aquila ciascuno un mini-format, un saggio del proprio linguaggio e impegno culturale.
È la prima volta in assoluto che quattro manifestazioni fra le più amate dal pubblico del libro e della cultura nel nostro Paese si incontrano sullo stesso palcoscenico in un confronto diretto. Dopo l’introduzione di Rolando Picchioni, presidente della Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura, Pordenonelegge propone un’intervista: lo scrittore Mauro Covacich racconta se stesso e la propria poetica in dialogo con Gian Mario Villalta, direttore artistico del festival friulano. La Fondazione Premio Napoli offre una proiezione video: un estratto di Bianco e nero alla ferrovia, il documentario di Antonio Capuano prodotto dal Premio nel 2006 che racconta le trasformazioni urbanistiche e sociali in atto in alcuni quartieri di Napoli, e in particolare il crocevia multietnico che gravita intorno a Piazza Garibaldi. Introduce il presidente del Premio Napoli, Silvio Perrella. Il Festivaletteratura di Mantova propone invece al pubblico aquilano l’ascolto di alcuni estratti significativi dall’archivio sonoro che, anno dopo anno, sta realizzando con le registrazioni dei convegni e dibattiti del Festival, compresi gli interventi di numerosi scrittori Premio Nobel. Intervengono due degli organizzatori, Alessandro Della Casa e Manuela Soldi.Il Salone Internazionale del Libro di Torino propone infine una conversazione-reading per ricordare Italo Calvino a venticinque anni dalla scomparsa, attraverso il racconto critico e aneddotico di uno studioso come Silvio Perrella e i brani letti da Alessandro Lombardo.

Tra le numerose proposte del programma, martedì 26 alle 18.00, la prima presentazione a L’Aquila del libro di Francesco Erbani, della Repubblica, “IL DISASTRO. L’AQUILA DOPO IL TERREMOTO: LE SCELTE E LE COLPE”, un saggio sul terremoto in Abruzzo e sui danni della politica, con la testimonianza di Raffaele Colapietra, 80 anni, storico, unico abitante della "zona rossa" del capoluogo abruzzese e testimone chiave.Conduce Marina Marinucci, giornalista del Centro, con interventi di Raffaele Colapietra, Antonio Perrotti, Giusi Pitari, Antonietta Centofanti. In collaborazione con Laterza ed.e il Comitato 3.32.

Per i più giovani, lunedì 25, in anteprima, la presentazione con incontro del primo libro d’avventura per ragazzi (11-14 anni) contro la cultura mafiosa, “IO DENTRO GLI SPARI” di Silvana Gandolfi, con un commento di don Luigi Ciotti (Salani ed.)

Mercoledì 27, in anteprima, viene presentato a L’Aquila “Il GRANDE CANE NELLA CITTA’FANTASMA”, testo di Francesca Capelli e illustrazioni di Brunella Baldi (Prìncipi & Princìpi ed.). Un racconto che nasce dall’esperienza della Capelli scrittrice all’Aquila lo scorso anno, nell’ambito di Minimondi.
Dalla voglia di raccontare il terremoto con un linguaggio e un registro che non fosse quello della cronaca, ma quello – simbolico – della fiaba. Un evento drammatico narrato ai bambini con fantasia, realismo e un pizzico di poesia.

La giornata di venerdì 29 è dedicata, invece, a incontri e laboratori con autori della collana per ragazzi Feltrinelli Kids: Allegra Agliardi, Anna Cerasoli, Ilaria Faccioli, Giovanni Nucci, Paolo Sottocorona, Vanna Vannuccini, Stefano Zuffi.
Durante la manifestazione, a conclusione del progetto L’Albero, ideato da Antonella Abbatiello per Minimondi, che ha coinvolto bambini e scuole a L’Aquila, a Parma e a Palermo, l’illustratrice -in collaborazione con la Scuola Rodari di Sassa – conduce il laboratorio “L’albero tra gli alberi” e coinvolge oltre 100 bambini nella realizzazione di un grande Albero con la tecnica del collage che richiama l’omonima installazione creata un anno fa da 200 bambini aquilani, adesso nel centro storico della città, nei pressi di Piazza Duomo. Per tutta la durata del laboratorio, set fotografico aperto alla città a cura di Federico Tamburini.