Tempo di lettura: 2 minuti

"Cangiani"Sarà visitabile fino al 25 ottobre, nelle sale del castello Dentice di Frasso, a Carovigno, la collettiva d’arte contemporanea Eclettica. L’architettura cinquecentesca del Castello accoglie, essa stessa opera d’arte, le opere di quarantasette artisti, quasi tutti pugliesi.
Il titolo, voluto dall’organizzatrice Rosa Didonna, si riferisce all’eterogeneità della loro poetica. Nella sua presentazione alla mostra, Antonella Marino definisce l’eclettismo, a lungo negletto e “recuperato” solo alla fine del Cinquecento, chiave di lettura della contemporaneità. Lungi dal rappresentare un concetto negativo, esso coincide, secondo Diderot, con la libertà di pensiero oltre gli schemi imposti.
L’idea della mostra è nata nel 2009 nella Galleria d’Arte contemporanea Globalart di Noicattaro. Il castello di Carovigno è la prima tappa di un’esposizione itinerante che mette a confronto artisti di diversa generazione e visione artistica. Eclettici sono di per sé Alfio Cangiani, creativo a metà fra poesia, arte e design, che presenta 40, tecnica mista, una riflessione sul rapporto di coppia; e Franco Altobelli, architetto e gallerista che con Paesaggio attua una destrutturazione del linguaggio dei mass-media attraverso il collage.
Beppe Sylos Labini parla, con il grigio che pervade il suo Dialogo no, della propria noia esistenziale; Franco Sannicandro si serve di materiali contrastanti, mentre Piero Di Terlizzi presenta le sue terrecotte; Guido Corazziari, approdato alla Pop Art, ne riprende la tradizione rivolta, fra l’altro, ai fumetti.
Michele Carnimeo si serve di una stratificazione fotografica, Iolanda Spagno punta sugli effetti del bianco e del grigio per i suoi paesaggi astratti. Luigi Filograno, con Migranti, riflette sul mondo globalizzato e sul fenomeno dei clandestini, mentre Rosa Didonna, con la sua Papessa Rosy, indaga sul mondo femminile e Magda Milano propone un’opera digitale: Il senso della vita. Insieme alle sculture di Antonio Cicchelli e Mauro Mezzina, è presente la provocazione di Dario Agrimi, un ritratto ottenuto con impronte digitali. Da annoverare anche Luci ed Ombre di Daniela Chionna, i Caterpillars di Mariantonietta Bagliato (dei bruchi di stoffa colorata); i dipinti iperrealistici di Iara Marzulli e Margherita Ragno che sono una riflessione sul ruolo del corpo femminile. Sono presenti anche Pierluca Cetera con Fontana, Vito Capone col suo The magma di carta riciclata e l’opera fotografica di .
"Carnimeo"Completa la mostra la presenza di numerosi esordienti: Andrea Cangiani con l’installazione In/Fido, Angela Ferrara con Pesce azzurro, Barbara Antonelli con l’olio Il terrazzino, Maria Elena Savini, Rossella Andriani, Maria Catena Zecchini, Osvaldo Sabene, Vito Stramaglia, caratterizzati da una trasposizione onirica, neofigurativa della realtà.
Infine due artiste siciliane, Filli e Simona Cusenza, la cui tovaglia, dal ricamo che dà l’impressione di una tavola imbandita, sottolinea lo spirito conviviale dell’iniziativa.
La mostra è stata organizzata col sostegno dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Carovigno.

ECLETTICA
Mostra d’ Arte contemporanea
25 settembre-25 ottobre 2010
Castello Dentice di Frasso- Carovigno (Br)

info: 0804782863-3471843201

orari: mattina 10-13; pomeriggio 17-20