Tempo di lettura: 4 minuti

"Massoneria
La Massoneria è una "libera associazione" contrariamente a quanto si pensa in genere non una setta bensi, stando a
quanto dichiaranoi suoi membri, un’associazione "riservata" di uomini soggetti unicamente alla propria coscienza, che praticano ideali di Pace, Amore e Fratellanza (strana somiglianza con il motto della rivoluzione francese, nes pas?) in un mondo dove la Pace e tutto il resto pare però abbiano traslocato da qualche tempo. Essa persegue lo scopo del
perfezionamento globale dell’Umanità tutta, così fermo tale obbiettivo, questa "riservato" gruppo con ambizioni globali, si fa conoscere (pubblicità) via tubo catodico cooptando tra le sue fila i più curiosi tele-dipendenti. E’ imposto a tutti i suoi membri il rispetto delle opinioni altrui, così da realizzare il centro permanente di unione fraterna, il melting pot
etnico in cui possa regnare la perfetta armonia di pensiero tanto auspicata nella vita di loggia. I liberi muratori di qualunque nazionalità sono membri di una sola grande famiglia, ergo ne deduciamo senza eccessivo sforzo per le meningi,che il progetto della massoneria è quello di realizzare la "Fratellanza universale" tra tutti i massoni ma anche tra tutti i popoli del mondo. Parafrasando a livello politico significa indebolire sempre più la sovranità dello stato nazionale a vantaggio di organismi sovranazionali che sempre più si sostituiscono e fagocitano poteri legislativi ed economici un tempo competenze esclusive statali. Noi invece, gente della porta accanto, viviamo le nostre sonnacchiose vite senza provare ad analizzare, senza tentar di mettere in discussione ciò che ci circonda e di cui è meglio non afferrare le dinamiche, tanto peggio di così… Parole fastidiose, risuonano a volte nelle orecchie, spettri che abitano il lato oscuro della mente, parolaccie come: Politica, diritto internazionale, legge finanziaria, pubblicità occulta, signoraggio bancario. Se non è lo status di dottori ad obbligarci a parlare di politica, cioè degli ultimi sviluppi della vita amorosa o della situazione finanziaria del politico momentaneamente sotto inchiesta, ci sloghiamo la mascella a forza di sbadigliare; rischiamo anche di rompere l’osso del collo pur di afferrare alla velocità della luce il telecomando e cambiare il canale che trasmette il dibattito politico.

"MassoneriaComunque, tornando alla Massoneria, per realizzare il suo progetto globale (buono o non buono non spetta al sottoscritto il giudizio) questa dovrà pur usare qualche strumeno di comunicazione di massa per incurisire-informare delle sue idee noi cervelli talvolta dormienti. Et voilà la televisione! Come un cavolo a merenda sbuca in ogni film d’azione (anche della Disney!! Date un’occhiata alla trama del recente "il mistero dei Templari" con Nicolas Cage) oppure storico (ad esempio nell’ultimo "Robin Hood" inerpretato da Russel Crowe, il mestiere svolto dal precocemente rivoluzionario padre di Robin, trucidato dal tiranno mentre reclamava i diritti di ogni uomo, è quello di "spacca pietre"), triller (ricordate la trama de "la vera storia di Jack lo squartatore"), di fantascienza, ma soprattutto nei film horror, dove compare spessissimo la potente e tentacolare loggia massonica che vuole conquistare il potere, uccidendo chiunque le si oppone. Quando impersonano i buoni, si chiamano Illuminati o Templari, lottano i potenti bigotti medioevali, vivono in eremi inaccessibili, praticano arti marziali e leggono valanghe di vangeli apocrifi e papiri antichi. Nel nuovo Sherlock Holmes il cattivo più cattivo, è un nobile massone, selvaggiamente arrivista che ammazza tutti gli altri massoni (buoni) per arrivare al potere assoluto, ma non riesce ad ucciderli tutti, così…etc etc. Come in codice binario,, 1 0 1 0 parimenti si susseguono senza sosta, puranche nei caroni animati, triangoli occhiuti e stelle a cinque punte; in taluni si vede anche il mitico dittico squadra&compasso (controllate su youtube la puntata dei "Simpson").
Resta da appurare relativamente al personaggio letterario del professor Langdon, nato dalla penna di Dan Brown (-E chi è? -E’ uno che regala i suoi libri nei centri commerciali… -Cavoli, com’è generoso il suo editore!), 1) quale strano corso di studi abbia frequentato, 2) perchè conosca tutti i simboli e scarabocchi esoterici, oltre a sette ed eresie provenienti da tutto il mondo e da ogni epoca storica (come tutto nella vita è necessario solo molto impegno e tanta, tanta passione), 3) come sia riuscito a diventare professore nella materia più sconosciuta e snobbata di Harvard, che però pare essere più difficile di un corso di fisica quantistica, vista la vastità delle conoscenze del professore. Il grandissimo ed inimitabile maestro Langdon (forse un po traumatizzato) spazia in ogni campo dello scibile, per esempio ama talmente la storia dell’arte che conosce la disposizione di tutti i quadri esposti al Louvre e le relative spiegazioni simboliche per ognuno di essi! Vediamo in ultimo due esempi dalla bellissima trilogia fantastica,"Matrix" dei fratelli Wachowski: 1) sapete come si chiama il grande capo di tutte le macchine, cioè il serioso e barbuto vecchietto in completo chiaro e cravatta nera?…rullo di tamburi…"l’Architetto" (sul perchè il completo dell’autorevole vegliardo sia chiaro e non blu o violetto, non ci è dato di saperlo), 2) date un occhiata su Wikipedia alla foto che campeggia sulla pagina del film dove c’è la scheda tecnica e la trama della trilogia, Morpheus e Neo guardano un’antiquata televisione marrone ripresa da dietro, zummate sul televisore ed ecco un triangolo rovesciato con un cerchio-occhio nel suo centro.