Tempo di lettura: 3 minuti

"VerticalUn percorso di gara attraverso Torino, il Po e la collina: è questa la formula di Vertical City Race, la competizione per cui sono attesi a Torino 300 atleti pronti a “sfidare” la città e se stessi con 12 km di corsa, 25 km di mountain-bike nei parchi della collina, kayak e teleferica di 200 metri sul fiume Po, arrampicata ai Murazzi e infine orienteering tra le vie e le piazze cittadine.
100 team, 300 atleti si sfideranno in questa gara, che ha pochi precedenti sul territorio italiano. Una due giorni di sport e divertimento che investirà gli atleti, coinvolgendo il pubblico e la città intera.
Inserita nel palinsesto ufficiale di Your Time – Torino 2010 European Youth Capital, Vertical City Race rientra negli eventi di Torino Street Style: il weekend (11 e 12 settembre 2010) in cui Piazza San Carlo diventerà l’arena dell’evento più spettacolare della Capitale Europea dei Giovani, trasformandosi in un grande ‘palcoscenico’ che accoglierà le associazioni e i gruppi che praticano i cosiddetti sport di strada, dal parkour (la corsa in cui gli ostacoli vanno saltati o scalati e mai aggirati) alle esibizioni di bmx e skate, dal bike polo alla ruota di Rhon.
La realizzazione del progetto Vertical City Race, ideato e organizzato dall’Associazione Sportiva Dilettantisca Verticalife, è stato possibile grazie al contributo della Città di Torino, del Ministero della Gioventù e del Comitato Torino 2010 European Youth Capital, con il patrocinio della Regione Piemonte e della Provincia di Torino.
Pensando che ormai i tempi fossero maturi per portare anche in Italia un format sportivo che spopola in giro per il mondo, nel 2009 i “Vertical”, cioè i membri del team tutto torinese degli organizzatori della competizione, appassionati di sport outdoor come il surf e lo snowboard ma ‘ribelli’ ai soliti percorsi e alle gare convenzionali, innamorati della propria città, hanno pensato a Torino come location ideale per la competizione. La City race, infatti, oltre a essere una formula innovativa di grandissimo successo in Europa e negli Stati Uniti, che mixa alla componente agonistica uno spirito ludico, è un evento capace di valorizzare e far vivere lo spazio urbano che la ospita, dando al territorio una nuova fruizione e dimensione ‘di scoperta’.
“Giovani di tutti i Paesi, tante lingue ed esperienze che si incontrano, un bello spirito di gruppo prima ancora che di competizione – dice Il ventottenne Presidente dell’Associazione Enrico Marco, dando voce alla sua personale visione della Vertical City Race – e poi la voglia di saltar fuori dai sacchi a pelo all’alba e di misurarsi con il percorso, con se stessi e con una città sconosciuta. Una bellissima sensazione che il Vertical ha deciso di portare anche a casa nostra! Ed eccoci qui.”
“Abbiamo azzardato, è vero – sottolinea Riccardo Chiura, altro membro di Verticalife – ma abbiamo trovato un’accoglienza davvero calorosa da parte delle istituzioni piemontesi. I rappresentanti degli Enti hanno subito ‘fatto squadra’ per l’iniziativa, contribuendo non solo finanziariamente, ma anche aiutando il nostro giovane gruppo di imprenditori dello sport dilettantistico a trovare le soluzioni giuste per dare il via al tutto nei migliori dei modi. Ringraziamo tutti, quindi, e ringraziamo anche partner e sponsor: il loro supporto ci ha dato molta fiducia e la voglia di costruire qualcosa di speciale”.
La prova è organizzata a squadre di 3 persone (i team possono essere maschili, femminili o misti) su un percorso cittadino, fluviale e collinare di una quarantina di chilometri complessivi, che vedono il susseguirsi di 6 discipline: 12 km di corsa e 25 km di mountain-bike nei parchi della collina, kayak e teleferica di 200 metri sul fiume Po, arrampicata ai Murazzi e orienteering tra le vie e le piazze cittadine. Partenza e arrivo dalla centralissima piazza San Carlo.
Le iscrizioni sono aperte a tutti coloro che amano lo sport e hanno voglia di mettersi alla prova con un percorso outdoor non convenzionale.

Per maggiori informazioni e iscrizioni: www.verticalcityrace.it