Tempo di lettura: 2 minuti

"u’papun"La Finale regionale Puglia è stata qualcosa di magico: organizzata dalla Kokopelli Eventi di Massimo Mangialardi, con la direzione artistica di Umberto Calentini e presentata da Gaia Zero, è stata veicolo di tutte le possibili contaminazioni ritmiche e stilistiche che il genio e la creatività musicali possono inventare.
Realizzata con la collaborazione e il patrocinio del Comune di Terlizzi e del sensibile e lungimirante gusto di Domenico Paparella Assessore alle Politiche Culturali ed Interculturali, la Finale regionale ha saputo raggruppare in una sola sera alcuni tra i migliori progetti musicali pugliesi.
Si sono create sinergie basate sulla stima e legami che superano il rapporto di collaborazione come del resto succede sempre quando si opera sotto la stella luminosa di Pub Italia.
Una serata dalle intense emozioni che sin dal pomeriggio ha coinvolto tutto e tutti anche Giove Pluvio: mentre intorno alla bellissima ed antica piazzetta Largo Lago Dentro di Terlizzi imperversavano grandine e vento sul palco del festival sole e note.

I 4 gruppi in gara approdati alla finale dopo lunghe e intense selezioni erano i Rekkiabilly, rock-ska-rockabilly, U’Papun, pop-folk d’autore, Z.E.D. rock italiano, Claudia De Palo e Rosario Le Piane cantautorato.
Il pubblico, quello delle grandi occasioni, una piazza gremita e tanta voglia di musica: la finale regionale ha saputo rendere in modo superlativo lo stile e l’atmosfera tipici del Festival rendendo così anche al pubblico pugliese il mood della Finalissima Siciliana.
Ad aprire la serata una golosa sorpresa: i Broken Cords band terlizzese partecipante alle selezioni che ha donato alla piazza le sue note in un aspettando festival Pub Italia davvero emozionante.
Una giuria tecnica composta da critici musicali, giornalisti ed esperti di comunicazione mediatica: Agostino Convertino il Presidente Onorario e giornalista, Domenico Paparella Assessore alla Politiche Culturali di Terlizzi, Vito Andrea Morra (musicista/arrangiatore, docente nel Corso jazz del Conservatorio Nicolò Piccinni di Bari) Nicola Violante critico musicale e giornalista de il Quotidiano di Bari, Giorgio Vendola musicista/compositore, Anna Giulia D’Onghia produttrice cinematografica della Zero80 produzioni, Ivan Dell’Edera attore/fantasista.
Davvero ardua la scelta dei due gruppi finalisti per la Puglia al grande appuntamento in Sicilia; il verdetto della giuria, che ha sottolineato l’alto livello artistico dei gruppi in gara, ha premiato le performance di “Claudia de Palo e Rosario Le Piane” in duo acustico e la band Folk-rock “U’Papun” con uno scarto di voti davvero minimo.
Un “world music contest”, quindi, capace di dimostrare che gareggiare a suon di musica può essere un’esperienza emozionante di scambio, di crescita e di confronto: “cum currere” in una sfida in cui il vincitore è sempre la buona musica.