Tempo di lettura: 4 minuti

"gepyModernwering showroom  è uno showroom online dedicato esclusivamente a retailers e designers. L’idea di modernwering showroom è nata con l’intenzione di concentrarsi sulle esigenze dei buyer internazionali, per i quali oggi è importante risparmiare tempo durante la ricerca di nuovi prodotti e nuovi designers.

La globalizzazione oggi, infatti, offre una vasta gamma di opportunità nel confrontarsi con nuove tecniche di produzione, nuovi design concepts e nuovi prodotti. Ci sono moltissimi piccoli designer che offrono grandi opportunità per chi vuole ricercare la propria individualità invece che adattarsi ad un mercato piatto. Per aiutare i buyer nella ricerca, per dare più visibilità ad ogni brand che rappresentiamo e per allargare la nostra offerta abbiamo deciso di offrire lo spazio virtuale http://www.modernwearing.com dove gli esperti del settore e non solo, possono avere l’opportunità di avere accesso gratuito a cataloghi, editoriali e notizie. I nostri clienti abituali, o quelli potenziali, che abbiamo incontrato durante i nostri showcases internazionali possono avere, dopo una breve registrazione, accesso a tutte le nostre nuove collezioni, dove troveranno anche informazioni sui tessuti, le taglie ed i prezzi dei capi da noi proposti.
L’obiettivo del sito è quello di facilitare i compratori ad acquistare nuovi prodotti tramite l’offerta di collezioni selezionate e dallo stile vario, innovativo e creativo proposto da designer internazionali, con ottime credenziali e un’ottima press coverage ricevuta durante le fashion week. I compratori possono personalizzare il loro ordine scegliendo taglie, colori e quantità richieste. Una volta che l’ordine sarà processato, il cliente riceverà la merce in accordo con i tempi di consegna stagionali o, eventualmente, in pronta consegna, a seconda della disponibilità della produzione.

È nostra intenzione promuovere costantemente i nostri brand e stimolare l’interesse dei nostri clienti con l’offerta di nuove idee e collezioni e ne parliamo con Gepy Ricciardi.

Personaggio eclettico e che ha iniziato la sua carriera nella moda dopo aver deviato, per passione, il suo cammino inizialmente predestinato nel mondo del cinema. Sin da studente all’actor studio di NYC nell’88 , si lasciava trasportare dalle influenze metropolitane ed intellettuali della allora alphabet street, sobborgo newyorkese rivalutato dai primi nuovi intellettuali che popolarono il quartiere convivendo insieme ai  cultori dei Gospel , dove i forti contrasti percepiti e messi in opera dallo stesso Prince con lovesexy …i primi yuppies, i post pop, le icone del glamourama di Ellis Bret erano i mondi che si toccavano in una sola emozione: aria di Moda.

Come si è evoluta la moda?

La moda oggi è un insieme di prodotti che si strattonano nel mercato, oggi conta molto la forza della vendita e la bontà di prodotti che hanno una qualità ed un prezzo accessibile. Per poter competere con il lusso di consumo occorre essere qualitativamente forti.

I riferimenti verso i quali il consumatore si rivolge sono sempre di più, ed è di fondamentale importanza stabilire una target audience prima di porsi sul mercato, in cui le tendenze sono solo l’inizio dell’analisi da effettuare prima di far nascere un nuovo brand.

Crede che ci sia spazio per i giovani?

Certo, chi propone un nuovo concept non ha il bisogno di fare del marketing o partire con grandi campagne stampa, ma è semplice lanciare un messaggio forte attraverso il prodotto, meglio ancora se si riesce a contestualizzarlo in un ambito di consumo che possa sensibilizzare una categoria di consumatori, ma di solito lo stile nasce come qualcosa di individuale e spontaneo poi se viene percepito dalle masse diventa moda.

Come vede il futuro per le nuove leve?

Vedendolo da un punto di vista liberale, mi viene da dire tutti possono crearsi una nicchia, ma c’è sempre la legge del mercato formato dalle grandi maison con la quale confrontarsi, non basta cercare di entrare ma ci vuole una costante presenza sopratutto nel web, solo attraverso questo nuovo strumento che ogni giorno acquisisce nuove forme e applicazioni si può avere una visibilità strutturale, la comunicazione attraverso il web diventerà la vera pubblicità Fashion corporate sia delle grandi aziende che dei debuttanti, costi permettendo, sarà possibile fare del brand awareness senza grossi investimenti attraverso bloggers e social network, perchè no!

Cosa Vi ha spinti a aprire uno showroom online?

Notevoli sono state, nel corso delle ultime stagioni, le richieste dei compratori di voler trasmettere ordini tramite l’invio delle e-mail. Questo ci ha dato il segnale di un cambiamento nelle abitudini professionali, infatti, il flusso fisico dei compratori è diminuito sensibilmente mentre quello “virtuale” definito “online” è in costante aumento. Pur essendo agli inizi abbiamo un indice di crescita di iscritti su modernwearing.com del 100% ogni giorno arrivano adesioni di pari numero riferiti ai contatti  presi nel corso della nostra carriera off-line. In pratica l’intero indotto di contatti presi nell’arco di 12 anni di modernshowroom si sta trasferendo sottoforma di iscrizioni in un arco di tempo fulmineo.

Cosa avete pensato per superare il fattore “toccare con mano”?

Come dicevo i clienti che hanno iniziato a trasmettere ordini via e-mail lo fanno perché si fidano dello showroom e perché conoscono già il prodotto che intendono programmare. Il fattore del touch viene risolto  fornendo un servizio di quality control tramite l’invio di singoli campioni direttamente al compratore oppure disponendogli  i campioni nei nostri uffici di Milano  e Parigi se il compratore si trovasse disponibile a visionarli.

Quindi offrite un supporto reale?

E’ ovvio che essere presenti in uno showroom online non è come essere presenti in uno showroom fisico, però per paradosso si è più visibili, noi stessi quando promuoviamo le collezioni presenti nei nostri due showroom multibrand di Milano e Parigi, svolgiamo un lavoro di promozione sui prodotti e sulla campagna vendita, ma abbiamo un limite, la tempistica del compratore che oggi si è ridotta alla settimana della moda, quindi non ci è sembrato giusto per i nostri clienti dare una visibilità così breve e concentrata quando possiamo offrire ad ogni collezione di essere online per 4 o 5 mesi. Il nostro lavoro in termini di supporto si svolge anche all’interno del web magazine modernwearing.com dove oltre ad assemblare notizie importanti del fashion system, scriviamo articoli e pubblichiamo notizie e concepts dei clienti che vendiamo attraverso lo showroom online integrato al web magazine.