Tempo di lettura: 2 minuti

"HitlerPochi anni prima che scoppiasse la Seconda Guerra Mondiale, Adolf Hitler aveva visto una certa somiglianza fra la sua organizzazione paramilitare giovanile, la famigerata Hitler Jugend (Giovent— hitleriana), e il movimento dei "boy scout" e delle "girl guide", che nel Regno Unito riscuoteva un grande successo fra i ragazzi.
Come emerge da alcuni documenti degli archivi britannici, è vero, come alla fine degli anni Trenta temevano i servizi segreti di Sua Maestà, che il Fuhrer tentò di far arrivare fra i boy scout gli ideali del nazismo, in previsione di una guerra contro la Gran Bretagna. Le preoccupazioni dell’intelligence erano provate dai rapporti molti stretti che il leader e fondatore dei boy scout, Lord Baden-Powell, aveva con i vertici del nazismo.
Baden Powell, infatti, nel 1938 incontrò a Londra due leader del movimento giovanile nazista, Hartmann Lautenbacher e Jochen Beneman, e anche l’ambasciatore tedesco, Joachim von Ribbentrop, che di li a poco sarebbe diventato ministro degli esteri del Terzo Reich. Dopo l’incontro, il fondatore degli scout scrisse una lettera a von Ribbentrop, che venne poi intercettata: "Sono molto riconoscente per il tipo di conversazione che mi avete concesso, che mi ha aperto gli occhi rispetto ai sentimenti del vostro Paese nei confronti della Gran Bretagna, che posso dire, corrispondono perfettamente ai sentimenti che io nutro per la Germania".

I rapporti erano diventati così stretti che Baden-Powell era stato invitato a Berlino per incontrare Hitler ma l’iniziativa non venne mai portata a termine a causa dello scoppio della guerra nel 1939.

Dai documenti appena pubblicati si è scoperto anche che fra il 1937 e il 1938 gruppi di giovani tedeschi, che venivano in visita nel Regno Unito e lo giravano in bicicletta, in realtà agivano come spie, memorizzando strade, ponti e altri particolari del territorio che sarebbero serviti per l’eventuale invasione del Paese da parte delle truppe tedesche. I "ciclisti di Hitler", ribattezzati dalla stampa "spyclists" (ciclisti- spia), erano in molti casi membri della Hitler Jugend, mandati appositamente dai vertici nazisti per operare sotto copertura. Le autorità del Regno Unito avevano anche diramato una serie di avvisi alle forze di polizia, in cui si chiedeva di vigilare attentamente su questi "studenti".

Fra i documenti pubblicati, c’è una lettera del capo della polizia del Lincolnshire che chiedeva agli agenti dello Special Branch lumi su 22 ragazzi che stanno girando la sua contea: aveva capito che erano membri del reparto sud bavarese della giovent— hitleriana.