Tempo di lettura: 1 minuto

"MacefUna lampada a forma di accetta da mettere ovunque appendendola per la lama, un contenitore multiuso pieghevole, una serie di tavolini creati utilizzando segatura e altri materiali di scarto. Sono i progetti vincitori dell’edizione 2010 del Macef Design Award Massimo Martini, la cui premiazione si è svolta qualche giorno fa a Fieramilano nell’ambito del salone della casa e della persona Macef.

A ricevere un premio in denaro sono stati rispettivamente il designer tedesco Cornelius Commans, il giapponese Shuhei Senda e l’israeliano Yoav Avinoam. Al concorso hanno partecipato oltre 3.000 progetti da 87 Paesi presentati da giovani designer e studenti. Di questi, 150 hanno avuto accesso alla fase finale del concorso, fino alla scelta dei tre vincitori.
«Mentre Macef si rinnova e guarda al futuro – ha spiegato l’ad di Fiera Milano, Enrico Pazzali – questo premio per noi rappresenta il valore fondamentale della storia e della tradizione». Massimo Martini, cui è intitolato il riconoscimento, fu infatti la persona che 45 anni fa inventò il Macef, la prima fiera specializzata, che rinnovava il settore in un’epoca di fiere campionarie.
Il premio, secondo il vicepresidente della Camera, Maurizio Lupi, che ricopre anche la carica di ad di Fiera Milano Congressi, «è un’intuizione giusta, perché la sfida sul mercato globale la si vince sempre di più mettendo in campo l’intelligenza e la capacità pratica dell’uomo, qualità che non saranno mai sconfitte e che proprio in Italia rappresentano un punto di forza».