Tempo di lettura: 2 minuti

"uerrà"
Al Bifest in concorso i cortometraggi. Si è iniziato ieri pomeriggio alle 16.00 (Galleria sala 3) con Uerra, girato dal pugliese Paolo Sassanelli e scritto con Antonella Gaeta. Dino Abbrescia e Totò Onnis sono i protagonisti di questa piccola grande storia che racconta un pezzo di umanità nella Bari del dopoguerra. Il corto è stato realizzato con il contributo dell’Apulia Film Commission. Gli altri corti programmati sono TV di Andrea Zaccariello (l’incontro di 2 solitudini), L’arbitro di Paolo Zucca (i destini di un ladro e di un arbitro corrotto che si incrociano in un derby calcistico di bassa categoria), Ice Scream di Roberto De Feo e Vito Palumbo (l’incontro-scontro tra un giovane e 2 bulletti di quartiere).
Si prosegue poi alle 18.30 (sempre Galleria sala 3) con Luigi Indelicato di Bruno e Fabrizio Urso (un giovane falegname alle prese con la malavita organizzata), L’amore è un giogo di Andrea Rovetta (sulla sofferenza d’amore, con Neri Marcorè), Mille giorni di Vito di Elisabetta Pandimiglio (la vita in carcere dei piccoli figli dei detenuti), 7 ½ al grammo di Matteo Dell’Angelo (il microcosmo giovanile che impatta con la dura realtà della legge), e infine La preda di Francesco Apice (la storia di una battuta di caccia di un padre con i 2 figli- con Paolo Sassanelli).

Ieri inoltre ci sono state le proiezioni dei film vincitori del “Premio opera prima Francesco Laudadio” Due i film premiati ex aequo quest’anno per la sezione Premio Opera prima Francesco Laudadio: Good Morning Aman e Dieci Inverni (la premiazione avverrà nella serata di giovedì 28 gennaio al Teatro Petruzzelli).
Ieri  (Galleria sala 6 ore 21.15) la proiezione di Good morning, Aman di Claudio Noce con Valerio Mastandrea, Anita Caprioli, Said Sabrie, Amin Nur. È la storia dell’incontro tra Aman, un giovane somalo che vive a Roma e Teodoro, un ex pugile intrappolato nel suo passato. Tra i due nascerà un sodalizio che aiuterà entrambi a dare una svolta alle rispettive esistenze.
Poi si continuerà stasera 27 gennaio (galleria sala 6 ore 21.15) con la proiezione di Dieci inverni di Valerio Mieli con Isabella Ragonese e Michele Riondino.
Nell’edizione 0 di Per il cinema italiano il premio Opera prima Francesco Laudadio è stato vinto da Marco Pontecorvo per PA-RA-DA.

In foto una scena del corto di Paolo Sassanelli, Uerrà. Mentre di seguito il trailer del corto.

Info: www.bifest.it
[wp_youtube]GYlYl4d_lrk[/wp_youtube]