Tempo di lettura: 1 minuto

"Le
La collezione dei Musei Vaticani sta per essere ampliata da "Le Ali dell´Angelo II", opera della più celebre scultrice lituana della scena artistica contemporanea, Violeta Juskute. Questa scultura è stata donata alla Santa Sede dal progetto "l´Oro della Lituania". L´opera ricorda il pellegrinaggio compiuto dai velisti lituani intorno al Mediterraneo nell´estate del 2009, dedicato al Millenio della Lituania.
"Con questo dono vogliamo portare i migliori auguri dalla Lituania e della sua capitale. Speriamo così di rafforzare la cooperazione tra la Lituania e il Vaticano, Roma e l´Italia," ha ribadito il sindaco di Vilnius, Vilius Navickas.

Con questo dono la Lituania accoglie l’invito del Pontefice Benedetto XVI, che alla fine dell´anno scorso ha auspicato un’intensificazione dei rapporti tra la Chiesa e il mondo dell’Arte.
"Le Ali dell’Angelo II" è una rappresentazione moderna del sogno di Icaro di poter raggiungere il Sole volando – così la descrive il critico d´arte Laima Kreivyte. Violeta Juskute presenta il suo lavoro come un gioco, come un dialogo, usando materiali, colori, sfondi e l’imprevedibilità che ispira la sua opera.