Tempo di lettura: 2 minuti

"L’isola
L’isola di Fuerteventura, che galleggia in mezzo all’Atlantico nell’arcipelago delle Canarie, è una meta turistica incredibilmente suggestiva che presenta singolari attrattive che le donano un fascino ineguagliabile. Scenari indimenticabili sia sulle coste che nei territori interni, paesaggi dal sapore tropicale e affascinanti fondali marini, di inconfondibile origine vulcanica, ma anche la cultura e la tradizione di un popolo che infondono un raro senso di serenità: questi sono gli ingredienti che l’isola offre per trascorrere una vacanza ideale.
Nei secoli sull’isola, situata al largo della costa africana ad appena 60 miglia dal litorale marocchino, si sono depositate le sabbie del Sahara, dando vita a 200 km di spiagge ritenute fra le più belle del mondo. Grazie anche al clima soleggiato ma continuamente ventilato dagli Alisei che soffiano da nord-nordovest, le temperature si mantengono quasi invariate durante tutto l’anno.
L’origine di Fuerteventura risale a circa 70 milioni di anni fa. Nonostante non esistano vulcani attivi come in altre isole dell’arcipelago canario, vi è abbondante prova della loro presenza e della loro attività passata nella morfologia del territorio.
L’isola è stata dichiarata da pochi mesi nuova riserva della biosfera per le sue particolari caratteristiche geologiche ed il suo patrimonio biologico, costituiti da una marcata aridità terrestre e da un ricco e diverso ambiente marino.
Punto forte di Fuerteventura è il consistente numero di spiagge particolarmente apprezzate dai turisti per le lunghe distese di finissima sabbia sia bianca che dorata lambite da un’acqua cristallina che ospita una miriade di specie di fauna marina. Ed è proprio la commistione di ambienti che fa di questo luogo un vero e proprio paradiso naturale.
L’isola, inoltre, è molto gettonata dagli appassionati di surf, windsurf e vela, che la considerano una delle migliori al mondo dove praticare questi sport.
Fuerteventura non è sicuramente famosa per la sua “mondanità”. Al contrario, è una mèta consigliata a coloro che desiderano trascorrere la vacanza in un luogo pieno di vibrazioni serene e di raccolta bellezza. Ciò non vuol dire che non esistano tante opportunità di svago, di attività e distrazioni di ogni tipo legate alla presenza di strutture turistiche di eccellenza e di numerosi locali notturni per ogni fascia di età.
Vale davvero la pena visitare le spiagge della zona orientale come El Muellito e Pozo Negro amate particolarmente da chi è attratto dalla natura selvaggia e dalla sua autenticità ancora legata alla tradizione locale.
Un altro degli aspetti che lasciano un ricordo indelebile è rappresentato dalla stuzzicante cucina canaria che propone un ricco repertorio di deliziose pietanze tipiche in grado di soddisfare anche i palati più difficili. Ritornare a casa da Fuerteventura significa sentirne subito nostalgia.

La nuova riserva della biosfera decretata dall’Unesco comprende tutto il territorio insulare più una fascia marina di 5 miglia nel settore occidentale e di 3 miglia nella restante parte dell’isola. Nel complesso abbraccia un’estensione di oltre 352mila ettari di cui più di 156mila si trovano sulla terra ferma e il resto (il 53%) in mare.