Tempo di lettura: 2 minuti

"joan"Il 24 e il 25 novembre 2009 si terranno a Bari le Giornate di Studi Valenciani: Classici medievali e contemporanei, un seminario internazionale organizzato dall’università di Bari grazie a due delle ispaniste che vi lavorano, Nancy De Benedetto (Facoltà di Lingue e Letterature Straniere) e Ines Ravasini (Facoltà di Lettere), in collaborazione con la Acadèmia Valenciana de la Llengua, con l’università di Alicante e con l’Ivitra (Institut Virtual Internacional de Traducció), un importante progetto internazionale nato per promuovere e diffondere le lingue e i patrimoni culturali europei attraverso la traduzione.
All’interno di questo progetto è stato pubblicato recentemente Borgia Papa (Napoli, Tullio Pironti editore, 2009): la traduzione, a cura di Nancy De Benedetto, di uno splendido romanzo di Joan Francesc Mira, uno degli scrittori più rappresentativi dell’attuale panorama letterario iberico.

Il romanzo sarà presentato per la prima volta in Italia a Bari, nell’aula Aldo Moro della Facoltà di Giurisprudenza, il 24 novembre alle ore 16 alla presenza dell’autore, il quale è a sua volta studioso e illustre traduttore (anche di una versione integrale in versi della Divina Commedia).
Il seminario, a cui partecipano studiosi di grande rilievo provenienti da università di diverse città italiane e straniere, tratterà poi le opere di altri autori valenciani contemporanei e le loro traduzioni anche verso la lingua castigliana e, grazie al sapiente coordinamento nato dall’esperienza filologico-letteraria della prof.ssa Ravasini, si soffermerà sui classici valenciani tardomedievali e cinquecenteschi, rappresentativi dell’epoca di massimo fulgore degli scambi culturali tra València e l’Italia, un’epoca complessa per la cultura valenciana a causa del delicato passaggio dalla supremazia linguistica del catalano a quella del castigliano.

La foto è dello scrittore Joan Francesc Mira