Tempo di lettura: 2 minuti

"Carpatair"Un volo che si colloca nella "strategia di rafforzare ed allargare in futuro i rapporti con Balcani, alla cui crescita servono la tecnologia e l’esperienza della Puglia". Così l’assessore regionale pugliese ai Trasporti, Mario Loizzo, ha commentato con i giornalisti il nuovo collegamento tra Bari e la capitale romena, Bucarest, della Compagnia Carpatair. Il collegamento, di martedì e domenica alle 18.50 da Bari con arrivo alle 21,35 a Bucarest Otopeni sino al 30 novembre, sarà trisettimanale dal 3 dicembre con l’aggiunta di una partenza il giovedì; il rientro è previsto da Bucarest alle 17,15 con arrivo a Bari alle 18,50. "E’ una conferma – ha aggiunto Loizzo – del superamento delle difficoltà che colpirono la nostra regione all’indomani della cessazione voli della Myair impoverendone il network; oggi possiamo dire che la sinergia tra vitalità del sistema economico e sociale del territorio, capacità relazionale di Aeroporti di Puglia e impegno del governo regionale che ha messo in campo 60 milioni di euro, hanno fatto qualità". "Rientrano in questa strategia – ha annunciato – l’implementazione di tre voli sull’aeroporto di Foggia che abbiamo rivitalizzato e valorizzato ed accordi con altre compagnie per incrementare i collegamenti a partire dalla Germania".
"Abbiamo potuto esaudire le numerose e frequenti richieste di rafforzare – ha spiegato l’amministratore unico di Aeroporti di Puglia, Domenico Di Paola – il collegamento tra Bari e la Romania con un vettore storico".
La compagnia romena – ha aggiunto il rappresentante Carpatair Italia, Gianbattista Sassera – "dal ’99 raggiunge 27 destinazioni in cinque nazioni. Il volo con Bucarest, che dopo Timisoara è la seconda destinazione romena in partenza dallo scalo barese, sarà effettuato con aeromobili Saab 2000 da 50 posti con la previsione di riempirli al 75%".

I biglietti sono in vendita alla tariffa di 69 euro a tratta, tasse escluse.