Tempo di lettura: 2 minuti

"guide2010"Gianfranco Vissani è il re della ristorazione italiana: a portarlo sul podio più alto è l’edizione 2010 – la ventesima – della Guida dei Ristoranti d’Italia (pp.640; 22 euro) presentata qualche giorno e che ha eletto i migliori ristoranti Tre forchette della penisola. Lo chef di Baschi (Tr) resta così solo al comando, mentre nelle passate edizioni condivideva il primato della Guida con Fulvio Pierangelini e il suo Gambero rosso che ha chiuso l’estate scorsa. La rosa al top è composta da 21 locali e vede, come regione, il Veneto in testa con quattro locali, seguito da Piemonte, Toscana e Campania. Ci sono due new entry: una al nord e una al sud. La prima è a Venezia il Met de l’Hotel Metropole, la seconda l’Oasis a Vallesaccarda (Av). Altra novità è che quest’anno per la prima volta compaiono le Tre bottiglie, cioè i migliori wine bar d’Italia. Cuoco emergente dell’anno è Francesco Sposito della ‘Taverna Estia a Brusciano (Na), mentre la migliore carta dei vini va a Caino di Montemerano (Grosseto) e la Brinca di Ne (Ge). Gambero Rosso ha anche deciso, al di là di ogni votazione, di assegnare un riconoscimento a cinque grandi esponenti della cucina tradizionale e cinque della cucina innovativa. Posto importante della Guida – che ha preso in considerazione circa 1980 locali – i 276 ristoranti che offrono ai loro clienti un’adeguata selezione di birre: cioè il 21,5% in più della passata edizione che vede in testa il Lazio. Una tendenza che si va sempre più consolidando è l’exploit della ristorazione d’albergo: sempre più nemerosi gli alberghi dove si mangia al top.

Ecco la lista dei 21 (Tre forchette) al vertice: 95/100 – Vissani, Baschi (Tr) 94/100 – La Torre del Saracino, Vico Equense (Na) 93/100 – Le Calandre, Rubano (Pd)

Combal.Zero, Rivoli (To)

Don Alfonso 1890, Sant’Agata sui due golfi (Na)

Enoteca Pinchiorri, Firenze

La Pergola dell’Hotel Rome Cavalieri, Roma 92/100 – Osteria Francescana, Modena

Dal Pescatore, canneto sull’Oglio (Mn)

Piazza Duomo, Alba (Cn)

Villa Crespi, Orta San Giulio (No) 91/100 – Da Caino, Montemerano (Gr)

Il Canto dell’Hotel Certosa, Maggiano (Si)

Laite, Sappade (Bl)

La Madonnina del pescatore, Senigallia (An)

Perbellini, Isola Rizza (Vr)

Reale, Rivisondoli (Aq)

Uliassi, Senigalli (An) 90/100 – La Madia, Licata (Ag)

Met Restaurant Hotel Metropole, Venezia

Oasis Sapori Antichi, Vallesaccarda (Av).