Tempo di lettura: 2 minuti

"unknownNon capita spesso che una major del fumetto Usa come Dc Comics metta da parte fantascienza, crimine e supereroi per dare spazio a un conflitto dimenticato africano.

Il soggetto di «Unknown Soldier», nuova di comics stampata per la serie Vertigo, è invece proprio una storia ambientata durante la guerra civile ugandese. Il disegnatore è l’italiano Alberto Ponticelli, che ha all’attivo lavori per Marvel, Disney e anche Vasco Rossi.

Protagonista del fumetto è il dott. Lwanga Moses, un medico eroe col volto nascosto da bende, come un precedente personaggio Dc del 1966 sfigurato dalla Seconda guerra mondiale. Emigrato negli Stati Uniti da piccolo, Moses torna in Uganda con la moglie Sara, anche lei medico, per alleviare le sofferenze dei civili colpiti da 15 anni di guerra. Sperimenterà la violenza brutale dei ribelli, l’assurdità dei bambini soldato e incontrerà sulla sua strada l’attrice e attivista dei diritti umani Margaret Wells, un personaggio alla Angelina Jolie.

"AlbertoArrivato alla sua undicesima uscita, il fumetto non ha avuto finora molti lettori, con 16mila copie vendute al debutto, ma Dc Comics scommette nelle raccolte in libreria e sulla risonanza che ha dato oggi a ‘Unknown Soldier’ il New York Times. La critica comunque ha reagito molto positivamente, con una nomination ai Fisner Awards, gli Oscar del fumetto. «Quando esploriamo qualcosa di nuovo a Vertigo, vogliamo qualcosa che non sia mai stata resa in fumetti», dice Karen Berger, vice presidente di Dc Comics.

Dietro gli episodi di Unknown Soldier c’è la penna di Joshua Dysart, che prima di mettersi al lavoro ha visitato l’Uganda in prima persona, portando indietro più di mille fotografie per le vignette di Ponticelli. Se la serie continuerà, Dysart vorrebbe parlare anche di chi finanzia i ribelli e dei test che le case farmaceutiche eseguono sulle popolazioni africane.