Tempo di lettura: 4 minuti

"Ballo
Tutto in una notte ed una notte che rimarrà stampata nei loro ricordi come è stato per i loro genitori e le loro nonne. Stiamo parlando del Ballo delle debuttanti organizzato dai Rotaract distretto 2120 Puglia e Basilicata nella ottocentesca cornice della sala Giuseppina del Circolo Unione di Bari. Erano una ventina le ancelle che emozionate ed incuriosite si sono date appuntamento sin dalle prime ore del pomeriggio per prepararsi al debutto della società sotto le sapienti mani di Pierre Mele, l’hairstylist delle star della televisione.
Le ragazze, tutte fra i 16 e i 22 anni. Molte sfoggiano il vestito da sposa della madre riadattato, qualcuna si è rivolta al sarto di famiglia o alcune aiutate dalle nonnee (ancora giovanili). Danzano con grazia e leggiadria sulle note di Strauss suonate dal vivo dall’orchestra del maestro Fabrizio Signorile, accompagnate al ballo dagli allievi sottufficiali marescialli della Marina militare di Taranto. L’atmosfera è quella di altri tempi come quella primordiale della Vienna del 1700, quando le aristocratiche fanciulle, compiuta la maggiore età, avevano la prima, grande occasione di incontrare il possibile compagno di una vita. Dietro le quinte molte si confessano e ci raccontano i loro desideri ed i loro progetti. Determinate, è felice di partecipare a un evento che considerano unico e molte a gran voce ci dicono che è un regalo che fanno ai loro genitori e alle  nonne».
Un posto d’onore spetta anche alle famiglie, che seguono le ragazze nell’avventura. «Mia madre ha già gli occhi lucidi», racconta Alessandra Siciliani, una delle più giovani del gruppo.
La solidarietà è ciò che tiene insieme i giovani del Rotaract. L’idea del salto nel passato, dei diademi scintillanti fra i capelli, dei guanti in raso lunghi fino al gomito, dei corpetti stringati è venuta a Teresa Ranieri, governatore del Rotaract: «Mi sono ispirata all’America, dove per raccogliere fondi e promuovere i progetti di beneficenza si organizzano feste e cerimonie. Il ricavato delle offerte servirà a sostenere il programma denominato “La quiete dopo la tempesta”. Sarà acquistato materiale didattico per le scuole materne e elementari della zona Orini Pina nella regione Ilias in Grecia. Durante il terremoto del giugno scorso sono stati lesionati gli istituti che ospitano un migliaio di studenti».
Spiega Teresa: «Il Rotaract è impegnato sul territorio pugliese e lucano in attività sociali, con l’obiettivo di sensibilizzare le coscienze dei giovani. Veniamo considerati l’élite, ma la differenza non la fanno il denaro o i cognomi delle famiglie alle volte altisonanti, bensì la voglia di mettere a disposizione della società le nostre energie e le nostre competenze».
All’inizio della serata durante la presentazione della serata arriva anche il Sindaco di Bari, Michele Emiliano che dopo i saluti di rito spera che sua figlia un domani potrà far parte della schiera delle debuttanti, gli fa eco anche il Governatore dei Rotary, Titta De Tommasi che sottolinea come queste iniziative facciano bene alla vita di tutti i giorni evadendo dalla quotidianità e dai soliti luoghi. Fra le altre autorità politiche c’erano l’on. Pino Pisicchio che con la sua solita verve ha scherzato con le presentatrici e con le debuttanti rendendo ancora più disteso il clima in sala e l’assessore alla Provincia di Bari, Fabio Losito.

A curare l’organizzazione della serata sono stati inoltre Annamaria Fasano e Roberto Gagliano Candela, Daria Russo ed  Eleonora Gagliano Candela, Rossella Carella, Elenia Capurso. A dare la supervisione sugli allievi marescialli c’eranoil vicecomandante della scuola sottufficiali di Taranto, il capitano di vascello Vincenzo De Tuglie, il comandante della prima classe allievi marescialli, il capitano di corvetta Giuseppe Radicchio. A debuttare, ma in divisa, c’erano anche cinque allieve, elegantissime nel loro tailleur blu che hanno ballato con i componenti dei vari club dei rotaract di Bari. Fra brindisi, taglio della torta e valzer, la serata si è conclusa con un ballo che ha riunito in un sol colpo le autorità rotariante, politiche e dell’alta società, oltre naturalmente i cadetti e le debuttanti al ritmo dance che ha portato tutti in pista.

GALLERIA PHOTO:
"Ballo "Ballo "Ballo "Ballo
"Ballo "Ballo "Ballo "Ballo
"Ballo