English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
us blackjack online casino ecocard casino newest us online casino casino slots bonus money bestusacasinos.org south africa casinos us online casinos no download internet slots machines online blackjack bonus

*-online.org mac online casinos for fun http://www.euro-online.org

Sentieri del Cinema per i suoi venti anni presenta “Cinema allo Specchio”

24 nov 2011 | Nessun Commento | 1.027 Visite
Di:

cinema-allo-specchioA vent’anni si è già maggiorenni, si inizia a scoprire il mondo e c’è bisogno di un momento di riflessione..” esordisce così il direttore dell’Apulia Film Commission, Silvio Maselli, che, insieme all’assessore al Mediterraneo, Silvia Godelli, al professore di letteratura italiana moderna dell’Università Aldo Moro di Bari, Giuseppe Bonifacino e al direttore artistico, Mario Fiorentino, ha presentato al Cineporto di Bari l’iniziativa “Sentieri del Cinema” che si svolgerà dal 25 novembre al 9 dicembre presso il cinema Armenise di Bari.

In questi anni, oltre trecento film e centinaia fra cortometraggi, film sperimentali e cinegiornali Luce, hanno raccontato alla cittadinanza barese la storia del cinema; “è quindi giunto il momento, a vent’anni dalla prima edizione, di volgere lo sguardo indietro lasciando che sia il cinema stesso a parlare di sé”. Da qui il titolo di questa edizione, “Cinema allo Specchio“, che non vuole essere una retrospettiva, ma un’occasione per ritrovare nel linguaggio cinematografico la configurazione simbolica e cognitiva della realtà sociale, come ha sottolineato nella sua veste professionale, oltre che istituzionale, l’assessore Godelli.
Il direttore Maselli ha poi sottolineato come sia motivo di orgoglio per l’AFC aver potuto contribuire a questa ventesima edizione con la sezione video, dedicata al “Backstage” di film girati in Puglia (Mine VagantiMio Cognato, Il passato è una terra straniera, Galantuomini), riuscendo così a dare dignità ad un momento centrale della produzione, che rappresenta un costo e necessita anch’esso di un ritorno da un punto di vista artistico e sul piano economico. “Molti registi, non ultimo il premiato Pippo Mezzapesa, hanno iniziato proprio dal making of; è quindi necessario mettere in luce e far scoprire quello che rappresenta il punto di confine tra il mondo reale e la finzione cinematografica“.

Si è soffermata sulla meta ragguardevole dei vent’anni di vita dell’iniziativa, anche Silvia Godelli, rimarcando come tale tappa assuma maggior valore per una manifestazione di carattere culturale che è riuscita a conservarsi attraverso stagioni ed epoche sociali profondamente diverse. In questi anni , ha ricordato, si è rivelata efficace la possibilità di coagulare una serie di partenariati che hanno portato giovani generazioni a curare ed alimentare l’iniziativa, vivificandone l’interesse.
In tale direzione la scelta di aprire la rassegna con il film “” di Fellini che, come ha puntualmente dimostrato il professor Bonifacino, rappresenta il punto di riferimento del cinema di qualità, film confessione della storia del cinema, girato da un autentico maestro di vita culturale, che si rivolge ai giovani e quindi al futuro.

Il direttore Fiorentino ha infine segnalato e commentato i titoli della rassegna (“Vecchia America” di Peter Bogdanovich, “Ed Wood” di Tim Burton, “S.O.B.” di Blake Edwards, “Nitrato d’argento” di Marco Ferreri,  “Sogni d’oro” di Nanni Moretti, “La signora senza camelie” di Michelangelo Antonioni, “I Protagonisti” di Robert Altman, “Be kind Rewind” di Michel Gondry, “Irma Vep” di Olivier Assayas, “Gli ultimi fuochi” di Elia Kazan, “Lisbon Story” di Wim Wenders) raccontando come la scelta del film di apertura – “8 ½” di Fellini – e di chiusura – “Effetto notte” di Truffaut, siano venute da sé. Il primo poiché, per citare Fellini, “il film è la storia delle stesse perplessità del regista” e, quindi, esempio ideale per il tema del cinema allo specchio; il secondo perchè accompagnando lo spettatore dietro la macchina da presa, rappresenta la sintesi di tutti i temi cinematografici. Si tratta, in sintesi di tredici grandi autori che hanno raccontato il film nel suo farsi, che, ad un certo punto della loro carriera, si sono misurati con l’arte stessa di costruire un film.

Non resta che farsi travolgere dal ritmo incalzante dei vari appuntamenti e festeggiare così l’importante anniversario di “Sentieri nel Cinema“, un’iniziativa, va ricordato, nata all’inizio degli anni ’90, quando, Oscar Iarussi sulla Gazzetta del Mezzogiorno scriveva:  “…che di cineclub abbiamo bisogno, che la crisi si può se non risolvere almeno contraddire con fantasia organizzativa, che il grande schermo conserva una sua nobile dignità seducente..”

.

Nessun commento ancora

Lascia un Commento

CASHBACK WORLD
il mondo visto di traversa
per vie traverse
Bari - dal borgo alla citta'
LSD webradio
Coming Soon

LSD television
Coming Soon

GrilaCom - London
per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie