English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
Rusteghi, è di scena il Goldoni di Gabriele Vacis, al Piccolo di Milano e al Quirino di Roma

3 Mag 2012 | Nessun Commento | 1.089 Visite
Di:
Print Friendly, PDF & Email

Rst1

Dopo aver debuttato nella scorsa stagione con una tournée nei principali teatri del Nord Italia, è in scena al Piccolo di Milano, dal  24 aprile al 6 maggio, Rusteghi, spettacolo prodotto dal Teatro Stabile di Torino e dal Teatro Regionale Alessandrino, di cui il regista Gabriele Vacis è direttore artistico. Dopo circa vent’anni dalla Trilogia, il regista piemontese torna ad incontrare Goldoni con una commedia ambientata a Venezia, nella seconda metà del settecento, in cui l’autore esprime il disinganno e l’amarezza per la realtà sociale della città, mal guidata da un’aristocrazia incapace e vuota: il ritratto di una società dominata dalla misoginia di una classe di arricchiti, senza cultura e materialista, che tiranneggia donne e figli.

Due  ricchi commercianti, ma ignoranti, combinano il matrimonio dei rispettivi figli esigendo che i due non si vedano prima delle nozze. I due giovani, però, grazie alla complicità di una donna, si incontrano e si piacciono. Ma, purtroppo, vengono scoperti dai padri ed accusati di aver trasgredito ai loro ordini. Una scenografia di mobili impacchettati, coperti da teli antipolvere, come i bei salotti delle famiglie arricchite e “parvenues”, ci trasmette il senso dell’immobilità di un teatro d’altri tempi al quale giova l’azione di modernizzazione operata dal regista Vacis, prima nella riscrittura, a quattro mani con Antonia Spaliviero, in un  italiano popolare e più comprensibile rispetto al testo in veneziano, e poi nel lasciare agli attori spazio, al di la del testo, per esprimere al meglio la propria vis comica. In questa atmosfera si muovono con maestria: Natalino Balasso, popolare comico televisivo, che disegna un efficacissimo e burbero padre, Eugenio Allegri, esilarante nel suo personalissimo stile teatrale, Mirko Artuso, comicissimo nel caratterizzare un rozzo commerciante bergamasco e un incisivo Juri Ferrini impegnato in un ruolo “en travesti” tratteggiato con eleganza.

Una Compagnia tutta maschile con attori che  si travestono per i ruoli femminili, per sottolineare il bisogno di calarsi letteralmente nei panni dell’altro sesso, per comprendere i disagi e le difficoltà vissute da chi deve volgere in furbizia la propria intelligenza. Un richiamo  anche al teatro shakesperiano in cui i ruoli femminili erano ricoperti da uomini, così come un riferimento ad un altro grande drammaturgo è il grosso rinoceronte, simbolo dell’ottusità umana, di ioneschiana memoria, che separa i maschi dalle femmine, i vecchi dai giovani. Belli e nostalgici gli spezzoni video del grande attore goldoniano Cesco Baseggio che ci hanno ricordato le indimenticabili commedie in bianco e nero che un tempo trasmetteva la Rai.

Rusteghi – I nemici della civiltà

da I Rusteghi di Carlo Goldoni; traduzione e adattamento Gabriele Vacis e Antonia Spaliviero; con Eugenio Allegri, Mirko Artuso, Natalino Balasso, Jurij Ferrini, Nicola Bremer, Christian Burruano, Alessandro Marini, Daniele Marmi; regia Gabriele Vacis; composizione scene, costumi, luci e scenofonia Roberto Tarasco; produzione Fondazione del Teatro Stabile di Torino/Teatro Regionale Alessandrino

Foto di scena Bepi Caroli

Piccolo Teatro Grassi – Milano (via Rovello 2 – M1 Cordusio) dal 24 aprile al 6 maggio 2012 – Informazioni e prenotazioni 848800304 – www.piccoloteatro.org

Teatro Quirino – Roma dall’8 al 20 maggio.

.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

CASHBACK WORLD
il mondo visto di traversa
per vie traverse
Sinestesie Mediterranee
LSD webradio
Coming Soon

LSD television
Coming Soon

per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie