English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
us blackjack online casino ecocard casino newest us online casino casino slots bonus money bestusacasinos.org south africa casinos us online casinos no download internet slots machines online blackjack bonus

*-online.org mac online casinos for fun http://www.euro-online.org

LAN presenta l’installazione “Interferenze Naturali” per il Mukanda Festival di Vico del Gargano

4 ago 2016 | Nessun Commento | 770 Visite
Di:

lanSi chiama Interferenze Naturali l’installazione del gruppo LAN_laboratorio architetture naturali per Mukanda Festival 2016. Una scelta artistica che ribalta il concetto di scenografia, portandola sul fronte palco e rendendola parte integrante dello spettacolo.
L’installazione si presenta come involucro e incubatore della sorgente sonora che ospiterà
alcuni dei performer del festival.
Sul palco di LAN, dedicato alle proposte più sperimentali del parterre di Mukanda,
saliranno infatti il maliano Kalifa Kone in un live che mixa il jazz agli strumenti della
tradizione maliana facendoli incontrare in una succulenta amalgama afro-blues, il sud
africano Felix Laband, compositore di musica elettronica, autore di paesaggi sonori
dall’estetica minimalista, Dj Hendrix e l’ islandese President Bongo (ex GusGus).
Ad aggiungere fascino allo stage anche le proiezioni di visual art di Beatrice La Mantia di
Luckyassmbler.

Interferenze Naturali si colloca come l’interfaccia visual tra questi scenari sonori e il
panorama mozzafiato di Largo del Conte, nel cuore del bellissimo centro storico di Vico del
Gargano. L’architetto Francesco Poli, co-founder del gruppo LAN e autore
dell’installazione l’ha definita: “Un ibrido architettonico, artistico e musicale che offre sé
stesso in quanto tale, lasciandosi contemplare ed ascoltare”.
L’opera è una superficie organica a maglia intrecciata, composta da strisce di bambù,
interconnesse da legature in corda. La struttura avvolge il palcoscenico attraverso un
sistema di incastri nel sottopalco, che rendono un tutt’uno i due oggetti architettonici.
Interferenze Naturali definisce lo spazio senza occluderlo e lo rende permeabile alla vista e
alle sonorità che nasceranno al suo interno. Una struttura capace di ridisegnare la realtà in
una dimensione metafisica, proprio come le preziose sonorità che la popoleranno.
La scelta del bambù, materiale al centro delle ricerche del gruppo LAN, si colloca in
questo contesto come materiale-simbolo che meglio incarna lo spirito del Mukanda
Festival e in particolare quello del mystic stage con cui va a dialogare. Pianta preziosa che
già in tempi antichissimi, nell’area asiatica e in quella latino americana, ha rappresentato
un simbolo di forza e duttilità, perché elastica e insieme resistente, e che rappresenta per
gran parte delle culture orientali, integrità morale e al tempo stesso apertura mentale.
La struttura è stata realizzata attraverso un workshop didattico di progettazione
partecipata, coordinato e condotto dall’architetto Francesco Poli e finalizzato a fornire le
basi tecniche della costruzione con materiali vegetali.
Un opera che guarda alla land art nella sua accezione di ricerca volta a ristabilire il
rapporto intimistico tra uomo e natura, dove l’architettura diventa organo aggiuntivo
dell’uomo, sua parte integrante che risponde ai suoi bisogni profondi, stabilendo sinergie
tra l’ambiente costruito e quello naturale.

.

Nessun commento ancora

Lascia un Commento

CASHBACK WORLD
il mondo visto di traversa
per vie traverse
Sinestesie Mediterranee
LSD webradio
Coming Soon

LSD television
Coming Soon

GrilaCom - London
per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie