English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
us blackjack online casino ecocard casino newest us online casino casino slots bonus money bestusacasinos.org south africa casinos us online casinos no download internet slots machines online blackjack bonus

*-online.org mac online casinos for fun http://www.euro-online.org

Il Presidente dell’Autorità palestinese, Mahmoud Abbas al Parlamento europeo per l’Anno del dialogo interculturale

3 feb 2009 | Nessun Commento | 1.592 Visite
Di:

Mahmoud AbbasL’Aula di Strasburgo accoglierà Mahmoud Abbas in seduta solenne e terrà un dibattito sui detenuti di Guantanamo e sulle attività della CIA in Europa. Adotterà una direttiva sulle sanzioni ai datori di lavoro che impiegano immigrati illegali e una relazione sui centri d’accoglienza nell’UE, discutendo anche della situazione di Lampedusa. Adotterà delle raccomandazioni sulla lotta alla pedopornografia on line, un regolamento sull’etichettatura dei mangimi e la relazione finale sui cambiamenti climatici. Approverà poi una relazione che chiede il sostegno all’interconnessione delle reti energetiche, come l’ITGI, e altri testi sull’accesso delle PMI ai mercati esteri, sul commercio con la Cina e sulle misure a favore dell’aviazione d’affari.

Guantanamo e attività della CIA in Europa – Le dichiarazioni del Consiglio e della Commissione apriranno un dibattito in Aula sui detenuti a Guantanamo e sul presunto uso dei paesi europei da parte della CIA per il trasporto e la detenzione illegali di prigionieri. Il Parlamento, che aveva chiesto formalmente la chiusura del centro nel giugno 2006, adotterà una risoluzione. Sulla CIA, ha recentemente chiesto alle istituzioni UE e agli Stati membri di attuare le raccomandazioni contenute nella relazione stilata dalla commissione temporanea costituita per esaminare la questione. Una risoluzione sarà votata la prossima sessione.

Più severità nella lotta alla pedopornografia – Punire il “grooming” e i gestori di forum pedofili, disattivare i siti web pedopornografici, ostacolare i loro sistemi di pagamento on line e promuovere l’uso di filtri per i siti porno. E’ quanto raccomanda una relazione per combattere lo sfruttamento sessuale dei bambini. Chiede anche di adottare norme comuni sul turismo sessuale, di sanzionare ogni atto sessuale con minori non consenzienti e i matrimoni forzati, ampliare le circostanze aggravanti, favorire le denunce e tutelare le vittime (relazione Angelilli).

Sanzioni, anche penali, per chi impiega immigrati illegali
- Il Parlamento è chiamato a adottare una direttiva che introduce sanzioni contro i datori di lavoro che impiegano cittadini di paesi terzi soggiornanti illegalmente nell’UE. Tali sanzioni dovranno essere pecuniarie (inclusi i costi dell’eventuale rimpatrio), amministrative (es. ritiro della licenza d’esercizio) e, nei casi più gravi, penali. Gli Stati membri dovranno poi mettere a disposizione meccanismi per agevolare le denunce e garantire adeguate ispezioni sui luoghi di lavoro più a rischio (relazione Fava).

Immigrazione: chiudere i centri d’accoglienza non adeguati; situazione nei Cpa di Lampedusa – Durante visite realizzate in alcuni centri d’accoglienza, i deputati hanno costatato condizioni di ritenzione intollerabili dal punto di vista igienico, della promiscuità e delle strutture. Una relazione all’esame dell’Aula sollecita quindi la chiusura di tutti i centri che non soddisfano le norme vigenti. Le dichiarazioni del Consiglio e della Commissione apriranno poi un dibattito in Aula in merito alla preoccupante situazione nei centri di accoglienza per immigrati a Lampedusa e Mayotte.

Crisi economica: misure per l’industria automobilistica e il settore tessile – Le dichiarazioni del Consiglio e della Commissione apriranno un dibattito in Aula in merito alla crisi che sta attraversando l’industria automobilistica europea e mondiale a seguito del crac della finanza globale e al conseguente crollo delle vendite. I deputati dibatteranno inoltre degli strumenti per difendere la produzione e l’occupazione nel settore tessile UE alla luce dei problemi causati con la scadenza dell’accordo con la Cina relativo a un sistema di sorveglianza delle importazioni.

Agevolare l’accesso delle PMI ai mercati mondiali - Maggiore tutela dalle contraffazioni, marchio d’origine e protezione internazionale delle indicazioni geografiche dei prodotti alimentari, migliorare le indagini relative alla difesa commerciale dal dumping e norme OMC specifiche e semplificate. E’ quanto chiede una relazione all’esame dell’Aula per promuovere l’internazionalizzazione delle PMI e favorire la competitività, la crescita e l’occupazione. Occorre poi sostenere l’accesso delle PMI ai mercati esteri e favorire l’innovazione (relazione Muscardini).

Cina: rispetto dei diritti umani e lotta alla contraffazione - Una relazione all’esame dell’Aula rileva le intense relazioni commerciali dell’UE con la Cina e il ruolo di questa nella governance globale. Auspicando progressi nel rispetto dei diritti umani, chiede però di eliminare gli ostacoli all’accesso dei prodotti e servizi europei, intensificare la lotta alla pirateria, migliorare la sicurezza dei prodotti cinesi e vigilare sulle importazioni di tessili. Occorre poi garantire i diritti dei lavoratori e tutelare l’ambiente (relazione Wortmann-Kool).

Nuove norme sui mangimi animali
– Il Parlamento è chiamato ad approvare un regolamento volto a aggiornare le condizioni per la vendita e l’uso dei mangimi, in modo da garantire un livello elevato di protezione della salute pubblica e un’informazione adeguata agli utilizzatori e ai consumatori (relazione Graefe zu Baringdorf).
Energia: sostegno alle interconnessioni e ai rigassificatori – Una relazione all’esame dell’Aula sostiene i progetti Nabucco, ITGI e South stream e chiede ai governi di dotarsi di sufficienti rigassificatori. Sollecita grandi investimenti infrastrutturali e una rete energetica comune, piani anticrisi e l’intensificazione delle relazioni nel Mediterraneo e con la Russia. Rilevando l’importanza del nucleare, purché ne sia garantito un uso sicuro nel quadro di norme UE armonizzate, chiede di promuovere il risparmio e l’uso di fonti rinnovabili e locali (relazione Laperrouze).
Una politica UE integrata contro il cambiamento climatico – Il Parlamento è chiamato ad approvare la relazione finale della sua commissione temporanea riguardo alle raccomandazioni per una futura politica integrata dell’UE sul cambiamento climatico. Ribadendo l’obiettivo di riduzione delle emissioni di gas a effetto serra per mantenere un aumento della temperatura media entro i 2 gradi centigradi, propone una serie di misure in tutti i settori e chiede di definire un’agenda d’intervento per il periodo 2009-2014, illustrandone le modalità d’applicazione (relazione Florenz).


Misure mirate per l’aviazione d’affari
– Una relazione all’esame dell’Aula rileva l’esigenza di tenere conto degli interessi e delle specificità dell’aviazione generale e d’affari nello sviluppo di future iniziative sul trasporto aereo. Chiede quindi una certa flessibilità per il settore nell’attuazione delle misure UE sulla sicurezza e i controlli, e il miglioramento dell’accesso agli aeroporti, anche mediante un’assegnazione degli slot più favorevole. Sollecita poi il sostegno all’industria europea della costruzione di aeromobili (relazione Queiró).

.

Nessun commento ancora

Lascia un Commento

CASHBACK WORLD
il mondo visto di traversa
per vie traverse
Sinestesie Mediterranee
LSD webradio
Coming Soon

LSD television
Coming Soon

GrilaCom - London
per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie