English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
Il 1° luglio in tutto si celebra la giornata mondiale di “Patate Riso & Cozze”

24 Giu 2017 | Nessun Commento | 957 Visite
Di:
Print Friendly, PDF & Email

mobilemail-5“Sotto il segno di Mordi la Puglia” la sera del 1° luglio p.v., in numerosi ristoranti in Italia e all’estero – il cui elenco completo sarà a disposizione sul portale di Oraviaggiando (www.oraviaggiando.it) e su LSD Magazine (www.lsdmagazine.com), nonchè su altre testate giornalistiche e sui canali social di “Mordi la Puglia” – torna, dopo l’edizione del 2013, per divulgare la cultura gastronomica di tradizione pugliese, la Giornata Mondiale dedicata a un piatto bandiera della Puglia: la Tiella di patate riso e cozze.
Sarà questo “un piatto in più” che offriranno gratis ai loro clienti i Ristoratori che aderiranno all’evento (si veda il Regolamento), organizzato, su idea del giornalista gastronomo Sandro Romano e col patrocinio dell’Accademia Italiana Gastronomia e Gastrosofia e del network aggregativo “Mordi la Puglia”, dall’Associazione culturale “La Compagnia Della Lunga Tavola” in collaborazione con alcune associazioni professionali di Cuochi.

mobilemail-4Con “La Giornata Mondiale della Tiella di patate riso e cozze” – ha dichiarato Sandro Romano – si vuole offrire un momento di gioia e di soddisfazione soprattutto a chi ha voglia di scoprire tutto il gusto di una cucina diversa dalla propria. Per conseguire questo obiettivo, i ristoratori aderenti (alcuni anche all’estero) si impegnano a preparare la Tiella secondo corrette regole e utilizzando la migliore materia prima, perché un piatto che rappresenta un territorio deve essere sempre raccontato nel migliore dei modi.

L’evento, che verrà pubblicizzato anche con una locandina esposta sulla porta dei ristoranti aderenti, è stato già presentato e introdotto, lunedì 5 giugno u.s., in uno dei workshop che si sono tenuti presso l’I.P.S.S.A.R “Majorana” di Bari, in occasione della festa per il compimento del secondo anno di vita di “Mordi la Puglia”, la libera, informale e plurale aggregazione di tanti soggetti, anche associativi, che mira a dare rappresentanza unitaria a una Puglia “buona e onesta”.

Media partners: Italia a Tavola, Oraviaggiando.it, LSD magazine.com

REGOLAMENTO

mobilemail-61) Le richieste di adesione all’iniziativa “Giornata Mondiale della Tiella di Patate Riso e Cozze”, con l’indicazione del nome e dell’indirizzo del ristorante, del proprio indirizzo email e del numero telefonico, devono pervenire entro il 26 giugno p.v. alla seguente mail: giornatatiella@gmail.com
In alternativa sarà possibile aderire contattando:
– la pagina facebook “Giornata Mondiale della Tiella di patate riso e cozze” https://www.facebook.com/groups/1957711064512631/
– uno dei seguenti canali social di “Mordi la Puglia”
> https://www.facebook.com/MORDI-la-Puglia-1488342368116138/
> https://www.facebook.com/groups/mordi.la.puglia/
– il portale di Oraviaggiando (www.oraviaggiando.it);
– le Associazioni di categoria di rispettiva appartenenza, che, sempre entro la data su indicata, provvederanno a inoltrare l’elenco dei propri associati che hanno fatto richiesta di adesione all’iniziativa.

2) Gli aderenti all’iniziativa, con la richiesta di cui al punto 1), si impegnano a preparare, sabato 1° luglio p.v., la Tiella di patate riso e cozze, secondo le linee guida della tradizione, e ad offrirla gratis ai propri clienti come “un piatto in più”.
Sarà anche possibile partecipare, questa volta, con una propria versione innovativa del piatto, quindi non fedele alla tradizione ma legata all’estro e alla creatività del cuoco.

3) Il piatto “in più” (la Tiella), che verrà preparato, offerto e presentato ai clienti presenti nel ristorante, deve essere fotografato e le fotografie, corredate possibilmente di una breve descrizione, devono essere inviate all’indirizzo email: giornatatiella@gmail.com
4) Chi vorrà, inoltrando la sua adesione all’iniziativa, potrà anche richiedere la presenza di un giornalista o blogger, i quali, inviati dall’Organizzazione presso il ristorante nei limiti delle conosciute disponibilità, dovranno essere ospitati a cena (pax 2) e si occuperanno di raccontare l’esperienza sulla testata o sito di riferimento.

Appendice
QUALCHE OPPORTUNA PRECISAZIONE
di Sandro Romano

Patate riso e cozze o riso patate e cozze? Si mette la zucchina o non si mette? Si usa il riso giallo o quello bianco? E quanto se ne mette?
Da qualche anno e con l’avvento dei social, sono questi i principali e, spesso, inutili dilemmi che vengono posti con riguardo a questo piatto dell’antica tradizione pugliese. Dilemmi che, tutto sommato, sono facilmente dipanabili, guardando la storia e utilizzando il buon senso.
Il nome, motivo di accese discussioni, è in assoluto il meno importante. Da qualche anno, grazie ad una popolare serie tv che ha visto protagonista la nostra Tiella, la preferenza è andata, per lo più, al nome “Patate riso e cozze”, mentre i sacri testi della cucina pugliese, quelli – per intenderci – di Luigi Sada, di Giovanni Panza e di Alfredo Giovine, l’hanno battezzata col nome di “Riso patate e cozze”.
La zucchina? Era utilizzata, non sempre, nella stagione estiva, che è comunque il miglior periodo in cui preparare la Tiella per la qualità delle cozze e di quasi tuti gli ortaggi presenti.
Il riso, invece, è decisivo. Da evitare assolutamente il parboiled, riso che non scuoce ma è impermeabile ai sapori. Da preferire, invece, l’Arborio o il Carnaroli, a chicco grosso e con ottime capacità di assorbimento.
Perciò è importante dedicare una Giornata a questo piatto, che è da considerarsi sicuramente un simbolo della gastronomia di un territorio che si snoda dalle lagune del Gargano fino all’estrema punta di Leuca, passando dalle colline della Murgia e da Taranto, la città dei due mari e delle cozze (un ingrediente fondamentale).
Che prenda poi il nome di Tièdde alla barese in Terra di Bari e di Taieddhra nel Salento, comunque sempre dello stesso piatto si parla, di una ricetta cioè che unisce la Puglia e non la divide, viva espressione sì di una convivialità familiare, ma richiestissima anche dal turista in Terra di Puglia, apprezzata da quei gourmet, italiani e stranieri, che viaggiano alla ricerca delle tipicità culinarie dei territori.
È perciò fondamentale tracciare le linee guida di questa ricetta, divulgando la sua corretta preparazione tradizionale, fugando i dubbi che la riguardano e dipanando le futili diatribe sull’argomento.
Ma sarà anche interessante scoprire alcune reinterpretazioni personali dei cuochi che vorranno cimentarsi nella realizzazione di piatti che, utilizzando i principali ingredienti della nostra Tiella, in qualche modo la richiameranno e contribuiranno alla crescita della sua meritata popolarità.
Gli ingredienti, sono – com’è ovvio – il riso, le patate e le cozze, ma anche la cipolla, il pomodoro, il prezzemolo, il pecorino romano e l ’olio extravergine di oliva, quest’ultimo altro elemento cardine della cucina pugliese in particolare e di quella mediterranea in generale.
Ma – occorre dirlo – l’ingrediente fondamentale in assoluto, quello che mette d’accordo tutti gli elementi e che “sposa” tutto, creando quell’armonioso equilibrio di sapori, è… l’acqua.

Ecco i ristoranti che aderiscono all’iniziativa in Italia:

Il Garbino Junipero Bar Trani
Locorotondo U Curdunn
Aqua Porto Cesareo

Birrarium Bottega Pugliese Acquaviva delle Fonti
Casa Birrozza Leverano
Portento Barletta
Canneto Beach 2 Margherita di Savoia
Ristorante Orobasilico Treviso
Trattoria Pizzeria Ieietta Locorotondo
Ristorante De Amicis Modugno
Ristorante Black & White Bari
Gaonas Officina del Gusto Martina Franca
Osteria La Banchina Trani
Ristorante Le Giare Bari
Ristorante Pizzeria Il Vecchio Gazebo Molfetta
Trattoria Dal Monaco Polignano a Mare
Ristorante I Tre Re di Poggio Berni
Ristorante Porta Nova Ostuni
Ristorante La Terrazza sul Mare Siracusa
Ristorante Piazza Palmieri Monopoli
Ristorante Il Galeone Fano
Ristorante Terranima Bari
Dall’Oste del Convivium Bari
Ristorante La Terrazza San Marino
Le Antiche Sere Lesina
Gola Cafè Bistrot Bari
Porta di Basso Peschici
Il Gourmettino Firenze
La Luna nel Pozzo Grottaglie
Trattoria Zì Ottavio Monopoli
L’Osteria di Chichibio Polignano a mare
My Wine Monopoli
Ristorante La Barca Marina di Pulsano
Già Sotto l’Arco Carovigno
Locanda Liuzzi Cattolica
Creatività Restaurant Carovigno
Ristorante Il Polpo Fritto Varese
Casale San Nicola Bisceglie
Ristorante Biancofiore Bari
Ristorante Il Patriarca Bitonto
Ristorante Quintessenza Trani
Ristorante La Lanterna Loreto
Osteria Botteghe Antiche Putignano
Palazzo Pucci Rocca Imperiale
Ristorante Antichi Sapori Montegrosso di Andria
Ristorante Caravanserraglio a le mer Molfetta
Alex Ristorante Lecce

all’estero:

Tosca Ritz Carlton Hong Kong (chef Pino Navarra)
18th Restaurant and Lounge, The trans Luxury Hotel Bandung Indonesia (chef Marco Medaglia)
Grissini Grand Hyatt Hong Kong (chef Alessandro Cozzolino)
Ristorante Al Grissino Dubai (chef Walter MadChef El Nagar)
Hotel Cape Sienna Phuket Thailandia (chef Francesco Greco)
Ristorante Spasco Carpaccio Hong Kong (chef Michele Senigaglia)
Ristorante Schenkenburg Schenkenzell (Giuseppe Florio)
Trattoria Zum Alten Landgericht Lenzburg (chef Gianfranco Bruno)

.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

CASHBACK WORLD
il mondo visto di traversa
per vie traverse
Sinestesie Mediterranee
LSD webradio
Coming Soon

LSD television
Coming Soon

per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie