English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
us blackjack online casino ecocard casino newest us online casino casino slots bonus money bestusacasinos.org south africa casinos us online casinos no download internet slots machines online blackjack bonus

*-online.org mac online casinos for fun http://www.euro-online.org

FlaShD. Ustica, la strana memoria dei nostri vecchi.

23 Giu 2008 | Nessun Commento | 3.360 Visite
Di:

DC9 abbattuto a Ustica

Una strana memoria quella dei nostri “vecchi” politici, quasi una memoria da “richiesta d’attenzione”, come quella di un bambino trascurato. Così nei mesi scorsi il presidente emerito Francesco Cossiga, a 28 anni dalla strage di Ustica, ricorda che “furono i nostri servizi segreti che, quando io ero presidente della Repubblica, informarono l’allora sottosegretario Giuliano Amato e me che erano stati i francesi, con un aereo della marina, a lanciare un missile non a impatto, ma a risonanza. Se fosse stato a impatto non ci sarebbe nulla dell’aereo”. Di conseguenza il magistrato Maria Monteleone riapre il caso disponendo l’ascolto proprio dei due protagonisti Giuliano Amato e Francesco Cossiga, dopo che la sentenza-ordinanza del 1999 aveva concluso: “L’incidente al DC9 è occorso a seguito di azione militare di intercettamento, il DC9 è stato abbattuto, è stata spezzata la vita a 81 cittadini innocenti con un’azione, che è stata propriamente atto di guerra, guerra di fatto e non dichiarata, operazione di polizia internazionale coperta contro il nostro Paese, di cui sono stati violati i confini e i diritti.” Attendiamo per l’ennesima volta l’evolversi della situazione, sperando ancora, sempre più scettici, in quel sostantivo che dopo quasi trent’anni ci appare un miraggio lontanto: verità.

GLI “SNOB” DELLA CGL ALL’ATTACCO DI ROBIN HOOD – Come al solito dura la vita nella foresta di Sherwood per il Robin Hood “de noi artri” . Dopo i continui attacchi del principe Giovanni “Senza terra” e dei suoi sgherri, un nuovo cattivone si presenta a mettere il bastone tra le ruote al paladino dei poveri. Si tratta del temibile Sir William Epifani il quale ha l’ardire di dichiarare: “con la manovra economica il governo fa una scelta chiara, quella di abbassare esplicitamente il potere di acquisto di lavoratori e pensionati”. Alché Robin  contrattacca: “Non accetto i giudizi degli snob che frequentano i salotti. Non accetto speculazioni demagogiche sulla povera gente. Non accetto la demagogia dei ricchi nei confronti dei poveri”.  Certo, comoda la vita per chi si muove nei salotti, mentre il nostro eroe è costretto dalla sua missione a barcamenarsi tra alberi, cinghiali e di terribili scoiattoli sinistrorsi di Sherwood. Tuttavia l’appunto mosso da Sir William non è del tutto infondato, anzi è palese che il tasso di inflazione con cui si calcolano i salari è di molto inferiore a quello reale e dunque il potere di acquisto è destinato ancora a liquefarsi, ma chi se ne frega, tanto c’è Robin! Quest’ultimo è costretto a difendersi dall’evidenza del dato “è stato sempre così, poi perché prendersela con noi la colpa e della comunità europea”. A questo punto ci vengono in mente le parole di Re Giorge da Napoli Napolitano, il quale l’altro giorno ha detto che è cattivo costume nascondere le proprie incapacità incolpando al Ue, evidentemente l’eroe di Sherwood era distratto e si è fatto cogliere in castagna con una facilità irrisoria.
Non di meno possiamo stare tranquilli, tra uno che si crede Napoleone o l’Unto dal Signore, un altro si designa come la reincarnazione di Alberto da Giussano, e questo che si crede Robin Hood, quanto meno ci sarà da stare allegri.  Ora speriamo soltanto che gli italiani non diventino tanti Hulk inferociti, lo speriamo per Robin e compagnia bella.

QUELLE MALEDETTE TORTILLAS – L’infamante tortilla ha vinto! L’organizzazione terroristica spagnola, è riuscita nel suo intento e pare che ad aiutarla abbia trovato un’efficace quinta colonna: Antonio Cassano. E’ stato lui ad avvicinare nel prepartita Di Natale e De Rossi propinando loro tortillas mascherate da prodotto tipico barese (lo sapevate che Cassano era di Bari vecchia?). I due, ignari, si sono fidati dello scanzonato ragazzo che, approfittando di una nazione frastornata dalle chiacchiere di Bagni, ha insinuato una serpe in seno al povero Donadoni. Per quanto riguarda quest’ultimo, è d’uopo precisare che con le sue incredibili formazioni schierate, le tortillas non hanno niente a che fare (ieri ha schierato un centrocampo con 4 centrocampisti centrali!) è tutta farina del suo sacco.

Veronica Paci

VERONICA PACI COAST TO CAST? – E dopo il clamoroso successo dell’attrice teatrale sulla costa est USA, prosegue il suo tour e la sua escalation anche ad ovest con un altra trionfale esibizione sul prestigioso palcoscenico del Nordwest teater di San Francisco. L’attrice barese, sempre alle prese con “casa di bambola” di Ibsen, ha di nuovo convinto la critica, la rappresentazione diretta dall’eccentrico Antony Lithic, ha fatto registrare il tutto esaurito per le serate che vanno dallo scorso venerdì alla prossima domenica 6 luglio. Ma tra i giornalisti di una “certa stampa”, le rappresentazioni sulla west-coast potrebbero essere state anche occasione per prendere contatti con una famosa nonché ricca casa produttrice cinematografica, che sarebbe pronta ad inserire Veronica nel cast di un non meglio precisato colossal, che dovrebbe iniziare a girarsi nel prossimo agosto. La stessa stampa parla di cifre da capogiro, superiori a quelle della Kidman (per intenderci) e perciò segnala tra il pubblico delle rappresentazioni di Ibsen, diversi uomini della casa produttrice.  A noi risulta difficile credere che la Paci accetti la corte di Hollywood, tanto più che, i dirigenti di tale casa produttrice, hanno smentito ogni interesse per l’attrice teatrale ritenuta troppo snob (eccone qui un altro) per il mondo del cinema. Insomma cattiva stampa, insinuazioni ecc…, una storia già vista, per altro noiosa, a cui preferiamo di gran lunga le storie raccontate con la sua interpretazione dalla nostra amata Veronica.

PAPA, OSTIA SOLO PER I PURI…. allora Andreotti che continua a prenderla ogni mattina? – Umile ammissione di Berlusconi che dopo essersi procalmato salvatore della patria e dell’Europa, dice “Non possiamo cambiare l’insegnamento di Gesù, ma siamo vicini ai divorziati risposati che soffrono per l’esclusione dall’eucarestia”. Adesso bisogna soltanto capire chi intendesse per Gesù….

.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

CASHBACK WORLD
il mondo visto di traversa
per vie traverse
Sinestesie Mediterranee
LSD webradio
Coming Soon

LSD television
Coming Soon

GrilaCom - London
per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie